QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11°12° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 07 dicembre 2019

Sport lunedì 02 maggio 2016 ore 10:11

Baldetti e Viale imperatori dell'Elba

Chiude l'Elba Bike Tour 2016, l'elbano Baldetti e la cuneese Viale vincono le due classifiche assolute. Il Cicli Brandi Elba Team vince tra le società



CAMPO NELL'ELBA — L'hanno conquistata alla prima tappa dell'Elba Bike Tour e l'hanno vestita per tutto il giro, la maglia di leader della classifica generale. Stiamo parlando della cuneese di Caraglio, Monica Viale e del giovane studente elbano di Capoliveri Francesco Baldetti, in forza al Folgore Bike Elba Factory Team, la costola elbana dell'ASD Folgore Bike, la società organizzatrice del giro.

Il giro dell'Elba ha preso il via domenica 24 aprile con la Granfondo Elbaleatico, che ha visto la presenza di oltre 300 ciclisti, sbarcati sull'isola per godersi alcuni tra i più belli panorami d'Italia. Metà di questi hanno sfruttato il 25 aprile, essendo festivo, per prolungare il fine settimana, prendendo parte anche alla seconda tappa del giro. Un folto plotone ha nuovamente invaso le strade elbane, dimostrando l'alto gradimento verso l'isola.

In campo maschile la lotta è stata ardua tra il giovane Baldetti e il ravennate Cristian Roda, che si sono sfidati ogni giorno, ma il romagnolo non è mai riuscito a intimorire efficacemente l'elbano, che è riuscito a mantenere salda la maglia da leader per tutto il giro.

Meno battagliata la gara femminile, letteralmente dominata dalla cuneese Monica Viale, che è sempre riuscita a mettere tra sé e le avversarie un gap sufficiente per assicurarsi la maglia da capolista ogni sera. Tra le società la vittoria è andata alla Cicli Brandi Elba Team, che ha preceduto la Folgore Bike e la Speedy Sport Krt.

"Siamo soddisfatti di come sia andata questa edizione dell'Elba Bike Tour - dichiara Paolo Aghini, presidente del Folgore Bike e organizzatore dell'evento - c'è stata una grande collaborazione con le istituzioni elbane che ci hanno supportato, non economicamente, ma con la disponibilità, rendendoci la vita un po' più semplice. Un ringraziamento particolare va alla ConfCommercio il cui aiuto e supporto è stato indispensabile per la buona riuscita. Ringraziamenti dovuti anche a tutte le associazione di Protezione Civile impiegate e alla Croce Rossa, che hanno garantito la sicurezza sul percorso".

"Ora puntiamo a raggiungere i nostri obbiettivi - conclude Aghini - che sono facilmente realizzabili. Vista la struttura dell'isola, viste le capacità ricettive e per non andare a creare eccessivo disturbo ad un territorio comunque vivo, si è scelto di istituire il numero chiuso, fissato in 500 partenti per la Granfondo Elbaleatico e 100 "girini". Così potremo assicurare la massima efficienza e coccolare ognuno di loro".



Tag

Lo spot di Natale è un fallimento: l'azienda perde in borsa e viene travolta dalle critiche, «È sessista»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica