QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°18° 
Domani 11°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 14 novembre 2019

Attualità martedì 11 ottobre 2016 ore 16:43

Auto elettriche, all'Elba gara a chi consuma meno

Un gruppo di appassionati ha svolto una gara al minor consumo con auto ibrido elettriche arrivando a girare l'isola con meno di 3 litri di benzina



CAMPO NELL'ELBA — Fare il giro dell'isola con meno di tre litri di benzina e con un impatto ambientale quasi nullo. E' quello che hanno realizzato i membri del GAI (Gruppo acquisto ibrido), un gruppo di appassionati di auto ibride che sono sbarcati all'Elba nei giorni scorsi gareggiando fra di loro a chi consumava meno carburante.

Il vincitore è riuscito a compiere 79 km con 2,8 litri di benzina e il resto sfruttando la propulsione elettrica della sua Toyota Prius.

Mentre si torna a parlare sull'isola di mobilità sostenibile e di progetti di lungo respiro che impegnano le amministrazioni comunali in bandi europei, la prova provata di un futuro prossimo è sbarcata sulle coste di Marina di Campo lo scorso 2 ottobre.

"All’inizio sembrava logisticamente complicato ed economicamente costoso - ci racconta Luca Del Sillaro, uno dei due responsabili del Gai - ma, lavorandoci con impegno e determinazione, siamo riusciti a trovare tutto: l’hotel Santa Caterina dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, lo skipper per il giro in barca a vela, e la location da favola per la premiazione sulla spiaggia. E alla fine lo scorso week end siamo riusciti a goderci le bellezze dell’Isola d’Elba".

Il Gai è un gruppo che si occupa di acquisti cumulativi di auto ibride, elettriche e a metano, riunendo insieme un certo numero di privati così da poter effettuare ordini collettivi, più convenienti per i partecipanti. All'Elba sono giunti con 17 auto, divise fra Toyota Yaris e Prius, oltre 40 le persone in totale.

"Nel nostro gruppo non abbiamo molte occasioni di conoscerci di persona - continua Del Sillaro - così due volte all'anno organizziamo questi raduni durante i quali effettuiamo queste gare a chi consuma meno. Io conoscevo l'Elba da turista e già da un po' di tempo volevo portare il Gai qui, è un posto meraviglioso e ci ha accolti benissimo".

"La gara di domenica mattina è stata come sempre avvincente e sorprendente, con il primo posto del nostro mitico Paolo Randazzo, istruttore dei Corsi di Guida Ibrida del GAI, che ha percorso 70 km lungo le salite e le discese elbane con la media da Guinness dei primati di 2,8 lt x 100 km (a questo link potete visualizzare la classifica completa, ndr)".

Quindi un'Elba a guida elettrica è possibile? "Penso che l'isola dovrebbe puntarci molto. Le auto elettriche che sono adesso sul mercato hanno fino a 300 km di autonomia con una carica, basterebbero poche colonne di ricarica pubbliche disseminate sul territorio e si potrebbe girare tranquillamente l'isola senza problemi. In più le auto elettriche si ricaricano con l'energia delle frenate e voi avete delle strade che sembrano fatte a questo scopo".

Questo tipo di mobilità potrebbe attrarre anche un diverso turismo. "Certo, io lo vedo girando per l'Italia. Se un turista con l'auto elettrica sa di poter trovare i punti di ricarica è invogliato a venire e spesso a tornare. L'Elba è stata finora il posto più bello dove abbiamo fatto i nostri raduni".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Dolomiti, caos e disagi per la neve

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Sport