Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:11 METEO:PORTOFERRAIO11°13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima gara di Federica Pellegrini: primo posto con standing ovation e tuffo con il presidente Malagò

Attualità martedì 11 ottobre 2016 ore 16:43

Auto elettriche, all'Elba gara a chi consuma meno

Un gruppo di appassionati ha svolto una gara al minor consumo con auto ibrido elettriche arrivando a girare l'isola con meno di 3 litri di benzina



CAMPO NELL'ELBA — Fare il giro dell'isola con meno di tre litri di benzina e con un impatto ambientale quasi nullo. E' quello che hanno realizzato i membri del GAI (Gruppo acquisto ibrido), un gruppo di appassionati di auto ibride che sono sbarcati all'Elba nei giorni scorsi gareggiando fra di loro a chi consumava meno carburante.

Il vincitore è riuscito a compiere 79 km con 2,8 litri di benzina e il resto sfruttando la propulsione elettrica della sua Toyota Prius.

Mentre si torna a parlare sull'isola di mobilità sostenibile e di progetti di lungo respiro che impegnano le amministrazioni comunali in bandi europei, la prova provata di un futuro prossimo è sbarcata sulle coste di Marina di Campo lo scorso 2 ottobre.

"All’inizio sembrava logisticamente complicato ed economicamente costoso - ci racconta Luca Del Sillaro, uno dei due responsabili del Gai - ma, lavorandoci con impegno e determinazione, siamo riusciti a trovare tutto: l’hotel Santa Caterina dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, lo skipper per il giro in barca a vela, e la location da favola per la premiazione sulla spiaggia. E alla fine lo scorso week end siamo riusciti a goderci le bellezze dell’Isola d’Elba".

Il Gai è un gruppo che si occupa di acquisti cumulativi di auto ibride, elettriche e a metano, riunendo insieme un certo numero di privati così da poter effettuare ordini collettivi, più convenienti per i partecipanti. All'Elba sono giunti con 17 auto, divise fra Toyota Yaris e Prius, oltre 40 le persone in totale.

"Nel nostro gruppo non abbiamo molte occasioni di conoscerci di persona - continua Del Sillaro - così due volte all'anno organizziamo questi raduni durante i quali effettuiamo queste gare a chi consuma meno. Io conoscevo l'Elba da turista e già da un po' di tempo volevo portare il Gai qui, è un posto meraviglioso e ci ha accolti benissimo".

"La gara di domenica mattina è stata come sempre avvincente e sorprendente, con il primo posto del nostro mitico Paolo Randazzo, istruttore dei Corsi di Guida Ibrida del GAI, che ha percorso 70 km lungo le salite e le discese elbane con la media da Guinness dei primati di 2,8 lt x 100 km (a questo link potete visualizzare la classifica completa, ndr)".

Quindi un'Elba a guida elettrica è possibile? "Penso che l'isola dovrebbe puntarci molto. Le auto elettriche che sono adesso sul mercato hanno fino a 300 km di autonomia con una carica, basterebbero poche colonne di ricarica pubbliche disseminate sul territorio e si potrebbe girare tranquillamente l'isola senza problemi. In più le auto elettriche si ricaricano con l'energia delle frenate e voi avete delle strade che sembrano fatte a questo scopo".

Questo tipo di mobilità potrebbe attrarre anche un diverso turismo. "Certo, io lo vedo girando per l'Italia. Se un turista con l'auto elettrica sa di poter trovare i punti di ricarica è invogliato a venire e spesso a tornare. L'Elba è stata finora il posto più bello dove abbiamo fatto i nostri raduni".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Temperature in discesa e anche sul monte Capanne è arrivata la prima neve. Non escluse nevicate anche sugli altri rilievi
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità