Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:57 METEO:PORTOFERRAIO19°33°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 17 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Addio a Piero Angela, il figlio Alberto: «È stato come vivere con Leonardo da Vinci»

Attualità mercoledì 13 luglio 2016 ore 14:48

Boe per il diving a Giannutri

Il Comune del Giglio ha rilasciato la concessione al Parco per il posizionamento delle boe per l'attività di diving. Pnat: "Stiamo facendo molto"



GIANNUTRI — Al termine di un laborioso percorso autorizzativo il Comune di Isola del Giglio ha da poco rilasciato la concessione demaniale all'Ente Parco per il posizionamento di alcune boe destinate all'attività di diving

E' stata effettuata la selezione del soggetto che dovrà istallarle ed a breve inizieranno i lavori per il loro posizionamento. Probabilmente l'entrata in funzione dell'intero sistema, sullo stile di quello già collaudato per Pianosa, si attuerà nel 2017.

Sempre per la tutela del mare, anche a Giannutri, è stato istallato un sistema di telecamere che copre il perimetro dell'isola ed attraverso il quale sarà possibile monitorare ogni attività connessa. 

"Gli effetti positivi sono facilmente intuibili - commenta il Pnat - e non si limitano alla sola attività di controllo, in quanto il parco si è dotato di una propria rete che copre l'intero Arcipelago Toscano, con tanto di frequenze dedicate e collegamenti con le diverse sale operative.

Molto c'è ancora da fare perché la perimetrazione a mare attorno all'isola di Giannutri presenta ad oggi alcune problematiche soprattutto legate al fatto che l'isola non è interamente perimetrata da un parco marino. Davanti alle due cale principali: Maestra e Spalmatoio, infatti, ci sono due coni di mare libero nel quale è possibile fare qualsiasi tipo di attività lecita, compresa la pesca industriale a diretto contatto addirittura con le zone 1 a tutela integrale.

A tal proposito, sempre in accordo con l'ente locale, stiamo valutando l'ipotesi di una rivisitazione dell'area marina attorno a Giannutri, sullo stesso schema seguito per Capraia, per porre rimedio a queste problematiche e per aggiornare il sistema di protezione e fruizione secondo i mutati tempi".

"La vicinanza dell'isola alla terra ferma - concludono dal Parco - è un ulteriore elemento di criticità in quanto moltissime imbarcazioni di ogni tipo e misura vi arrivano con semplicità ed altissima frequenza dai vicini porti. Riteniamo quindi che il Parco stia facendo quanto possibile per rispondere in modo strutturato e strutturale alle annose problematiche di Giannutri, sia a mare che per altri versi anche a terra".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La 48enne di Milano scomparsa a Procchio il 14 Agosto dopo essere stata ritrovata dopo oltre un giorno di ricerche si trova in ospedale a Grosseto
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca