QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°30° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 22 settembre 2018

Cronaca mercoledì 26 agosto 2015 ore 12:35

Arrestato giovane ladro elbano: oltre 30 colpi

Un 23enne residente all'Elba è stato incastrato dai Carabinieri: aveva messo a segno oltre trenta furti in tutta l'isola. Rischia sei anni di carcere



MARCIANA MARINA — Un Lupin in erba è stato identificato e arrestato dai Carabinieri di Marciana Marina: il 23enne elbano è infatti accusato di aver messo a segno oltre 30 furti ai danni di numerose attività commerciali in tutta l'isola da maggio a oggi.

Un’attività certosina e che ha permesso agli inquirenti di riscontrare direttamente sul territorio l’iniziale ipotesi di reato e che sono infine arrivati all’identificazione di un ladro seriale autore di circa trenta furti, tra quelli tentati e consumati, a danno soprattutto di attività commerciali negli appena trascorsi mesi di Maggio, Giugno e Luglio.

Il giovane ladro agiva sempre in orario notturno e si impossessava soprattutto del fondo-cassa delle attività, anche se, in qualche caso, non ha disdegnato pc-portatili, tablet e sigarette rinvenuti all’interno. 

Bar e ristoranti soprattutto ma anche circoli privati, parrucchierie, tabaccherie, pub e, per concludere, un fiorista tra le vittime e non è stato certo facile per gli uomini dell’Arma ricostruire minuziosamente i fatti soprattutto a causa delle mancate denunce, da parte di alcuni titolari, dei reati subiti. 

In qualche caso infatti gli stessi proprietari degli esercizi pubblici non si erano nemmeno accorti del furto o del tentato furto subito anche a causa dei limitati danni creati alle strutture dal ladro molto abile nell’aprire porte e soprattutto finestre che non erano chiuse in maniera efficace e completa.

I colpi sono stati messi a segno soprattutto nei comuni di Portoferraio, Porto Azzurro, Campo EIba e Marciana Marina. Il bottino, pari a circa 7mila euro complessivi, è stato parzialmente recuperato e sarà l’Autorità Giudiziaria di Livorno a disporre circa la restituzione agli aventi diritto in occasione del processo che si terrà a carico del giovane che rischia adesso una condanna che può raggiungere i sei anni di carcere.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Sport

Attualità