Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:30 METEO:PORTOFERRAIO20°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Conference League, i giocatori fanno irruzione durante la conferenza stampa di Mourinho

Attualità domenica 03 ottobre 2021 ore 16:30

Spiaggia di Morcone, nate altre 17 tartarughine

Legambiente Arcipelago Toscano segnala che nella notte ci sono stati problemi per alcune tartarughine attratte dalle luci sulla spiaggia



CAPOLIVERI — Dall’inaspettato nido di Morcone, dove il 2 Agosto c’era stato un tentativo di nidificazione di una tartaruga marina Caretta caretta che sembrava fallito, nella notte tra il 2 e il 3 Ottobre sono emerse altre 17 tartarughine marine.

Sale quindi a 19 il numero delle tartarughine nate dulla spiaggia di Morcone, nel Comune di Capoliveri  

Lo segnala Legambiente Arcipelago Toscano in una nota, spiegando che la prima, solitaria è stata avvistata dalla guida parco e volontario di Legambiente Roberto Barsaglini intorno alle 18,30 del pomeriggio, poi ne è uscita un’altra alle 19,30 e tre 4 minuti dopo, accolte festantemente da un gruppo di turisti stranieri e italiani che venivano tenuti a debita distanza. 

Una delle tartarughine ha fatto un capitombolo da uno “scalino” formato dalla posidonia oceanica spiaggiata, restando pancia all’aria, ma poi è riuscita a raddrizzarsi e raggiungere il mare.

Le altre sono uscite tutte insieme  durante la notte e le ultime tre si sono dirette in mare alle 3,30 di stamattina.

I problemi, come segnala Legambiente, sono però iniziate con il calare della notte, quando alcune delle tartarughine, attratte dalle luci di un ristorante e di un grosso residence sono ritornate sulla spiaggia. 

Il gruppo di volontari guidato da Lisa Ardita, Guida parco subacquea e della segreteria di Legambiente Arcipelago Toscano, ha ispezionato la spiaggia per trovarle e per guidarle nuovamente verso il mare e la salvezza. 

"E’ evidente - spiegano da Legambiente - che l’inquinamento luminoso rappresenta il più grande pericolo per queste splendide creature immediatamente dopo la loro nascita e Legambiente invita amministrazioni locali e imprenditori turistici e balneari a utilizzare tutti gli accorgimenti per mitigarlo. Una magnifica esperienza per tutti quelli che stanno partecipando e che stanno assistendo a questo evento della natura che ogni volta che accade ha del miracoloso, soprattutto quando, come in questo caso, era inatteso".

"Stanotte hanno presidiato il nido della tartaruga a Morcone anche due ragazzi del gruppo Young Reporter della riserva Mab Unesco Isole di Toscana: Tiziano e Kelly", aggiungono da Legambiente (qui il video).


"Grazie anche all’Arpat e all’Università di Siena che seguono da vicino la vicenda, al gentile sostegno dato ai volontari dal Comune di Capoliveri e alla collaborazione del Parco Nazionale, - concludono da Legambiente- la sorveglianza del nido di Morcone continuerà 24 ore su 24 anche nei prossimi giorni, chi volesse dare una mano può chiamare Legambiente Arcipelago Toscano: 3407113722".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I carabinieri forestali del Parco Nazionale Arcipelago Toscano hanno trovato i due mezzi in spiaggia in seguito ad una segnalazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

STOP DEGRADO

Sport

Attualità