Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PORTOFERRAIO12°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sardegna, Arianna Meloni: «Hanno perso tutti, non Giorgia»

Cronaca mercoledì 11 giugno 2014 ore 19:22

A Livorno l'ultimo consiglio provinciale

Il consiglio provinciale livornese

Dal 12 giugno entra in vigore la riforma



LIVORNO — Si è tenuta oggi a Livorno l'ultima seduta del consiglio provinciale. Dopo 63 anni dall’elezione del primo Consiglio Provinciale di Livorno, era il 25 giugno del 1951) si è tenuta in queste ore nello storico edificio di Palazzo Granducale l’ultima seduta consiliare del consiglio eletto direttamente dai cittadini del territorio provinciale.

Si concIude domani, in via definitiva il percorso amministrativo della provincia quale ente elettivo, che diventa, come tutte le province d'Italia dopo l'ultimo provvedimento legislativo dell'aprile scorso, ente di secondo livello, i cui organi di governo, Presidente e Consiglio, saranno eletti dai consiglieri comunali di tutti i Comuni della Provincia.

“Nella mia lunga carriera politica – ha detto il presidente Giorgio Kutufà – questa è stata senz’altro l’esperienza più impegnativa, che ho svolto sempre nel pieno rispetto della Costituzione, ed in particolare dell’art. 54 che richiama i doveri di fedeltà alla Repubblica soprattutto per i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche che hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore.Una responsabilità totalizzante – ha sottolineato Kutufà – cui ho dedicato ogni minuto di questi 10 anni, mantenendo una forte linea di azione su alcune questioni per me fondamentali, prima fra tutte la leale collaborazione con le istituzioni e i governi che si sono succeduti, di qualsiasi colore fossero. 

In questi anni ho sempre lavorato a fianco delle amministrazioni locali e degli altri enti territoriali cercando di operare per costruire e mantenere la necessaria coesione sociale, specialmente in questi momenti difficili. Ho sempre inteso, infatti, il ruolo della Provincia come elemento di coesione anche territoriale, rinunciando, a volte, ad esprimere posizioni personali che potessero creare tensioni”.

 “Ho cercato di operare in tutti i modi e in tutte le sedi per conservare la dignità, il ruolo e le funzioni delle Amministrazioni Provinciali. - spiega il presidente della Provincia - Una battaglia che abbiamo perso, cercando comunque di garantire per quanto possibile il mantenimento dei servizi”.

“A coloro che verranno dopo di me auguro di lavorare per il mantenimento della coesione del territorio e con lo stesso spirito di collaborazione tra enti che ha animato il mio impegno istituzionale”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata di allerta arancione su costa e isole e nuovi disagi nei collegamenti marittimi fra Elba e Piombino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità