Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:PORTOFERRAIO24°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 30 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, nuovo blocco del Gra. Per fermare il taxi l'attivista salta sul cofano: «Scendi o ti sfondo»

Cronaca lunedì 17 febbraio 2014 ore 17:52

Un tavolo tecnico per la SP 26

La strada del Piano

Lo convoca la Regione Toscana



RIO MARINA — Inviata dalla Regione la convocazione del tavolo tecnico che nei prossimi giorni avrà lo scopo di esaminare le problematiche connesse ai fenomeni di sprofondamento che si manifestano in maniera sempre più evidente lungo la S.P. 26 nel territorio del comune di Rio Marina.

Lo comunica  la provincia di Livorno dopo che la stessa Regione ne ha dato informazione al presidente della Provincia, Giorgio Kutufà.
Proprio mercoledì scorso Kutufà aveva inviato una lettera al presidente Rossi e ai sindaci interessati dove si evidenziava l’urgenza, alla luce del nuovo cedimento stradale verificatosi il 4 febbraio, di dare seguito al tavolo tecnico congiunto fra tutti i soggetti istituzionali interessati per approfondire gli aspetti legati alla vicenda.

Nella lettera Kutufà ha ricordato che il primo sprofondamento significativo si era verificato nel 2008, ma che dallo corso anno il fenomeno si è intensificato e aggravato con manifestazioni sempre più ravvicinate, mettendo a dura prova il sistema viario e la vita della comunità riese.

“Va chiarito”, scrive Kutufà, “che la Provincia con la S.P. 26 è parte lesa dai fenomeni di sprofondamento, e non responsabile degli stessi, la cui dinamica è da accertare con maggiori approfondimenti".

Kutufà ricorda che la Provincia è l’ente che, in sinergia con il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, si è attivato per il monitoraggio delle criticità adottando anche, provvedimenti di somma urgenza.

Kutufà nella sua lettera al presidente Rossi precisa che il sistema di monitoraggio attivato ha dato risultati concreti per la prevenzione di danni a persone e cose, ma altresì che la delibera della Giunta Regionale, con la quale si assegnava un contributo economico per l’allestimento della rilevazione radar, stabiliva anche di vincolare tale contributo alla predisposizione di un piano di protezione civile che individuasse le azioni da attivare in caso di allerta sinkhole, che i Comuni di Rio Elba e Rio Marina devono ancora adottare.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Viabilità rallentata in ingresso a Portoferraio complici il maltempo con molte auto in giro e un cantiere di Asa per riparare un guasto non urgente
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Spettacoli

Attualità