Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PORTOFERRAIO21°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sara Funaro eletta prima sindaca di Firenze: «Porterò il mio lato materno e femminile alla città»
Sara Funaro eletta prima sindaca di Firenze: «Porterò il mio lato materno e femminile alla città»

Sport sabato 20 giugno 2015 ore 20:15

Un elbano porta l'Italia in finale

Francesco Ferrini, uno dei due elbani scelti per giocare nella nazionale italiana, segna il rigore che porta gli azzurri in finale contro la Francia



MARCIANA — Un pomeriggio di sport ai massimi livelli quello ospitato a Procchio nelle due gare inaugurali della tappa elbana dell'Italia Beach Soccer, il quadrangolare che vede affrontarsi le rappresentative di Italia, Francia, Brasile e Argentina.

Le prime due partite confermano un tasso tecnico elevatissimo per gli interpreti in campo con la Francia che nel primo incontro pialla senza pietà l'Argentina (pur priva di giocatori importanti) per 9 a 2, qualificandosi per la finale di domani pomeriggio alle 18.

Agli onori della cronaca balza però la storia tutta elbana che ha visto Francesco Ferrini (in campo con l'altro elbano selezionato Maicol Frangioni) procurarsi e segnare un rigore che ha svoltato le sorti degli azzurri. L'Italia infatti è subito passata in vantaggio nel primo minuto con una bomba dalla distanza di Alessandro Chiarelli per poi raddoppiare dopo dieci minuti con Agostini (sarà poi doppietta per il "condor"). Ma, dopo una prima fiammata i verdeoro hanno preso in mano il gioco costringendo Gianluca Berti a fare gli straordinari fra i pali. Il Brasile ha prima accorciato le distanze e poi pareggiato con Camargo e Dos Santos. 

E' Agostini a riportare in vantaggio gli azzurri ma il terzo tempo è in bilico fino a quando Ferrini non viene steso al momento di girarsi con il pallone. Rigore e un pallone che pesa un quintale: botta sicura e azzurri in finale.

Adesso sotto con la temibilissima Francia, squadra che ha dimostrato di avere fisico e tecnica, ma che affronterà un Italia sostenuta a gran voce dal pubblico di casa. Oggi infatti le tribune laterali erano piene e molte le persone accorse a sostenere la nazionale.

"Sono contento di aver portato questo spettacolo all'Elba - afferma Maurizio Iorio, ct della nazionale e organizzatore della tappa - il pubblico elbano ci ha dato una grossa mano e giocare in questa cornice naturale è veramente bello. Sono contento anche per Ferrini: lui e Frangioni si sono meritati la convocazione. Domani affronteremo una Francia molto forte, ma dalla nostra avremo l'ingresso in squadra di Marco Del Vecchio e per noi sarà un'arma in più".

Emozionati i due alfieri elbani: "Indossare questa maglia è un onore - afferma Ferrini - devo ringraziare il mister e tutti quelli che sono venuti a vederci". Gli fa eco Frangioni: "E' un'esperienza importante e sapere di giocare davanti alla tua gente ci riempie di orgoglio".

Chiude Daniel Giacomelli, vice sindaco di Marciana e anima di questa manifestazione: "Sono innanzitutto contento per i due ragazzi elbani che hanno potuto esordire con la nazionale, domani ci aspetta una grande finale e un altro pomeriggio di grande sport. L'organizzazione di un evento del genere è molto complessa ma penso proprio che possa essere il primo di una serie".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno