Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:58 METEO:PORTOFERRAIO12°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 27 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, ritrovato un carro nuziale, artefatto incredibile e unico nel suo genere

Attualità domenica 29 novembre 2020 ore 10:45

Tirrenia-Cin ferma 5 collegamenti con le isole

traghetto di Tirrenia
Un traghetto di Tirrenia (foto di repertorio)

I sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto un incontro urgente con la ministra dei trasporti De Micheli: "A rischio il lavoro di 500 marittimi"



ROMA — Nei giorni scorsi i sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno scritto alla ministra delle infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli per chiedere un incontro urgente in merito alla scadenza e alla proroga della convenzione dello Stato con Tirrenia-Cin del 2012.

Infatti come si legge nella lettera inviata dai sindacati alla ministra, nei giorni scorsi "Tirrenia-Cin, ha manifestato la volontà di interrompere i servizi di trasporto sulle rotte Termoli-Tremiti, Genova-Olbia-Arbatax, Napoli-Cagliari, Cagliari-Palermo, Civitavecchia-Arbatax-Cagliari dal 1 Dicembre prossimo, adducendo tale scelta alla assoluta mancanza ad oggi di precise comunicazioni circa la proroga della convenzione indicata in oggetto e di cui al comma 1 del Dl Rilancio convertito in legge n.77 del 17 Luglio 2020".

I sindacati perciò chiedono alla ministra di voler "comprendere chiaramente la questione in ordine a quanto denunciato dalla stessa Tirrenia-Cin che provocherebbe nell'immediato un impatto sulla forza lavoro stimabile in circa 500 marittimi in esubero, oltre alle evidenti e pesanti limitazioni ai servizi di continuità territoriale".

Riguardo alla proroga della convenzione per la continuità territoriale fra Mit e Tirrenia-Cin, l'Antitrust a Luglio scorso aveva segnalato al Governo e al Parlamento che tale proroga non appariva giustificata e che comunque non avrebbe potuto estendersi oltre il 31 Dicembre 2020, sottolineando che "le proroghe ritardano il confronto competitivo per il mercato e limitano i benefici derivanti dall’affidamento attraverso procedure di gara ad evidenza pubblica” (leggi qui l'articolo).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica