Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PORTOFERRAIO17°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

Politica martedì 12 ottobre 2021 ore 20:34

Dissalatore, attesa per la risposta del ministro

Si tratta della risposta alla interrogazione sull'impatto del dissalatore di Mola, presentata dai deputati di Italia Viva Fregolent e Ferri



ROMA — Giovedì 14 Ottobre alle ore 13,30 è prevista la risposta del Governo durante il Question Time all'interrogazione presentata questa mattina dai deputati di Italia Viva Silvia Fregolent e Cosimo Maria Ferri sul dissalatore di Mola.

Qui di seguito pubblichiamo il testo della interrogazione indirizzata al Ministro della Transizione ecologica.

"Premesso che: In esito alla conferenza di servizi di cui all'art. 158 bis d. lgsl. n. 152/2006 è stato approvato il progetto di variante per la realizzazione di un impianto di dissalazione da 80 1/s in località Mola, nel Comune Capoliveri (LI). 

Il progetto prevede la costruzione: di uno stabilimento industriale per la dissalazione - confinante con la ZPS identificata con il codice Natura 2000 IT5160102; di una camera intake sulla spiaggia di Lido di Capoliveri per la collocazione delle pompe dell'impianto da situare a -3,7 metri rispetto al piano di campagna (nel progetto originario la camera era prevista ad una profondità di -9,7 metri).

L'installazione della camera intake si connota per un impatto acustico non prevedibile, non correttamente rappresentato, superiore ai livelli di zona. 

Nella relazione al progetto di variante, il tecnico incaricato da A.S.A. s.p.a. ha dichiarato, in ordine alle conseguenze sull'impatto acustico, non esservi "variazioni sullo stato attuale". 

Si noti che il tecnico ha fatto riferimento ad una variazione in ordine alla quota di installazione non coincidente con la profondità di -3,7 metri, indicata nel progetto di variante, con notevole variazione delle conseguenze sull'impatto acustico di zona.

Sotto il profilo dell'impatto ambientale A.S.A s.p.a. ha ammesso, senza che sul punto sia stata effettuata alcuna istruttoria (per ben due volte il progetto è stato escluso dalla Valutazione di Impatto Ambientale), che saranno versati nel Golfo Stella 10.368.000 litri di concentrato salino ogni giorno, nonché antiprecipitanti per osmosi inversa e quindi residui tossici.

Tra questi A.S.A. s.p.a. ha incluso: 

- EB Biocide 50 biocida per acque industriali, classificato pericoloso per l'ambiente acquatico con tossicità cronica;

- Everblue 100, che deve essere utilizzato secondo buone pratiche lavorative, evitando di disperdere il prodotto nell'ambiente; 

- Ipoclorito di sodio, classificato con pericolosità acuta, elevata e cronica per l'ambiente acquatico, molto tossico per gli organismi acquatici, con effetti di lunga durata; 

- Soluzioni di sodi di idrossido al 25%, acido cloridrico 37% extra pure, da tenere lontano da acque di superficie e acque sotterranee;

- Sidio bisolfito sol 25%, classificato come rifiuto pericoloso.

In relazione alle problematiche indicate, si chiede al Ministro interrogato se ritenga di assumere iniziative a difesa del territorio, sede del PNAT, e di un'area marina da salvaguardare, ai sensi dell'art. 120, comma 2, Cost."

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il noto calciatore, già bomber della Roma e nella Nazionale italiana, riprenderà a giocare con la squadra elbana aderente alla Conifa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità