comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:30 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 21 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, Lady Gaga canta l'inno americano accompagnata dalla banda dei Marine

Politica giovedì 03 dicembre 2020 ore 12:29

Porti, "neppure un centesimo per l'Elba orientale"

porto di Rio Marina
Veduta del porto di Rio Marina

Il gruppo di minoranza "Terra Nostra" critica il piano 2021 dell'Autorità portuale e le politiche della giunta Corsini sul porto di Rio Marina



RIO — "Abbiamo letto come il piano degli investimenti 2021 redatto dall’Autorità di Sistema Portuale, non preveda la spesa di un centesimo sui due porti della costa orientale, Cavo e Rio Marina"

Si apre così un intervento del gruppo di minoranza consiliare riese Terra Nostra.

"Questo non ci meraviglia, alla luce della passata riforma delle Autorità portuali che ha fortemente penalizzato le rappresentanze istituzionali (dell’Elba non c’è nessuno), e di fatto isolando una struttura operativa, come quella piombinese, costretta ad adoperarsi su troppi fronti con scarsità di mezzi e risorse. - proseguono i consiglieri della minoranza riese - E‘ logico che così continuando, la marginalità dell’Elba e del suo versante orientale, diventerà sempre più strutturale. Rimpiangiamo i tempi del presidente Guerrieri, che pur con limiti e difficoltà, aveva comunque ben presenti gli interessi del territorio locale, tant’è che la progettualità ancora esistente, è nata sotto la sua egida". 

Umberto Canovaro, capogruppo di "Terra Nostra"

Secondo i consiglieri di Terra Nostra però "si tratta anche di fare alcune valutazioni politiche generali: andando in ordine sparso, senza un coordinamento di politiche complessive e complesse, l’Elba va poco lontano. E soprattutto, considerato questo clima dove ognuno fa da sé, la disattenzione degli amministratori riesi ai problemi portuali rischia davvero di farci uscire presto dalle politiche focali delle Ente gestore. La considerazione che chi guida il Comune ha delle vicende portuali, è rasente allo zero, e questo non può non pesare nelle scelte di chi deve fare i conti a livello decisionale con coperte sempre più corte. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore, e se “il bimbo non piange”, vuol dire che non ha fame: quindi, nulla per Rio". 

"Abbiamo progetti dimenticati nel cassetto, idee che riguardano la viabilità portuale, le strade che dovrebbero circumnavigare il centro per consentire lo smaltimento del traffico veicolare pesante in estate, - aggiungono i consiglieri riesi -l’organizzazione di parcheggi di scambio per l’imbarco, la realizzazione di un approdo turistico vero e proprio. Chi ci pensa a questo? La giunta? Ci pare proprio di no. Chiedemmo al sindaco, che si rivedessero gli attuali progetti, soprattutto quello sul molo di sottoflutto, che provocherà l’ insabbiamento in maniera incontrovertibile del 'bicchiere' d’acqua che resterà sul lato destro (Voltoni) con il raddoppio del braccio /marciapiede: ma il sindaco rispose che andava tutto bene così, e che i progetti dovevano andare avanti per come sono: si assumerà di fronte alle prossime generazioni la responsabilità di avere insabbiato l’approdo di Rio Marina". 

"Ancora una volta, segnaliamo che le politiche portuali vanno seguite, che non si può lasciare la nostra sorte alla benevolenza altrui, e che occorre studio, impegno e soprattutto idee chiare", concludono i consiglieri di Terra Nostra.



Tag
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità