QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10°13° 
Domani 13°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 21 settembre 2019

Politica sabato 11 giugno 2016 ore 09:40

"Necessario agire contro la lymantria"

Il gruppo consiliare di minoranza PD e il circolo PD di Rio nell'Elba presentano un'interrogazione al sindaco De Santi sul problema lymantria



RIO NELL'ELBA — "L' estensione del fenomeno di defoliazione, causato dalla lymantria, che ha interessato vaste aree del versante orientale dell'isola, maggiormente interessato da macchie mediterranee e particolarmente, sughere e lecci, piante maggiormente colpite dal lepidottero, ma anche alberi da frutto, ha suscitato preoccupazione ed allarme non solo tra i cittadini e le comunità che vivono in campagna, ma anche tra operatori turistici, che vedono danneggiato il paesaggio, reso un po' spettrale dal fenomeno.

A questo si aggiunge una certa disinformazione istituzionale da parte di sindaci, conferenza elbana, Provincia, Regione e Parco Nazionale e un silenzio delle autorità preposte alla tutela ambientale in relazione al fenomeno, il quale è ormai da anni che si ripete in questo periodo e quindi conosciuto dai servizi competenti.

I cittadini si chiedono per quale ragione non si provveda a fare una adeguata azione, se non di eliminazione, ma almeno di prevenzione finalizzata al contenimento e circoscrizione del danno ambientale.

Chiediamo, in considerazione anche del fatto che molto del territorio Comunale è sistematicamente flagellato da questo fenomeno con grave danno all'agricoltura domestica, al patrimonio floreale ed al paesaggio: quali iniziative ha preso verso le istituzioni comunali limitrofe colpite per analizzare e valutare la situazione e segnalarla alle autorità competenti, se sia stato interessato e sollecitato il PNAT, dal momento che oltre il 60% del nostro territorio comunale è sotto la tutela del Parco e se non sia opportuno fare le opportune segnalazioni e conseguente richiesta di misure idonee e adeguate al fenomeno, alla Regione Toscana".



«Scendi, non ti voglio più!». Le nuove intercettazioni choc di Bibbiano

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Sport

Attualità