Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:02 METEO:PORTOFERRAIO23°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'Aquila, la demolizione controllata del Viadotto Cerqueta sulla A24

Politica mercoledì 25 ottobre 2017 ore 15:29

L'attacco della amministrazione Alessi al PD

Danilo Alessi

L'ex sindaco di Rio Elba e tutti gli amministratori che lo hanno affiancato contestano al Partito Democratico di stare sullo stesso palco di De Santi



RIO NELL'ELBA — Il PD si schiera apertamente a favore della fusione delle due Rio, e questo potrebbe anche passare. Ma non è ammissibile che chi rappresenta il PD stia sullo stesso palco del sindaco dimissionario di Rio Elba Claudio De Santi (accadrà a Rio Marina in una delle ultime iniziative della campagna elettorale del referendum sulla fusione, ndr) dopo tutto quello che è stato detto e scritto sulla situazione contabile del paese. Questo, in estrema sintesi, il testo di un comunicato stampa diffuso oggi da Danilo Alessi, ex sindaco di Rio Elba, e firmato anche da tutti gli amministratori che lo hanno affiancato nel quinquennio di governo del paese, dal 2009 al 2014. Eccone il testo integrale.

"C’è un ex sindaco, sostenuto pubblicamente da tutto lo schieramento del centrodestra locale, provinciale e regionale, che senza alcun ritegno ha tentato di delegittimare l’operato di tutte le precedenti amministrazioni democratiche di cui facevano parte uomini e donne militanti dei partiti di sinistra e, nell’ultima fase, quasi totalmente iscritti al Pd. Su queste persone è stato gettato fango e infamie di ogni genere, senza che il Pd abbia pronunciato una sola parola in loro difesa e in opposizione alla vergognosa speculazione politica condotta dalle destre. Ma se questo atteggiamento può essere interpretato come una disattenta lettura degli avvenimenti e di una pur colpevole sottovalutazione di ciò che è accaduto a Rio Elba negli ultimi tre anni, non può essere addotta alcuna giustificazione, né politica né personale, alla presenza pubblica sullo stesso palco del segretario federale del Pd con quel personaggio e con chi ha condiviso la meschinità del suo comportamento.

Non è discussione la legittima posizione di un partito che ritiene di sostenere la fusione dei due comuni, ma il senso di una iniziativa unitaria che travalica il significato istituzionale e che appare mortificante e contraddittoria per chi si riconosce in quella sinistra che ha governato con onestà e competenza il comune di Rio Elba in un lungo periodo della storia di questo paese. Il segretario del Pd avrebbe potuto e potrebbe ugualmente esprimere le sue opinioni, prendendo però le distanze da personaggi e rappresentanti di partiti che hanno disseminato odio, rancore e divisione fra la popolazione locale e che nel referendum, mal preparato e indecorosamente politicizzato, hanno prevalentemente intravisto la possibilità di crearsi un alibi alla loro fallimentare uscita di scena e di facilitare il ritorno al potere di qualche vecchio notabile in pensione".

Il comunicato è firmato da Danilo Alessi, Cristina Amato, Franco Barone, Lorenzo Conticelli, Giambattista Fratini, Massimiliano Gattoli, Loriano Lupi, Nadia Mazzei, Fabrizio Sivori e Giulia Spada, ex consiglieri comunali della lista “Uniti per Rio”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'azienda fa sapere che ha pubblicato un avviso di selezione per stilare 4 graduatorie di profili professionali richiesti. Ecco i termini
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità