Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:50 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 02 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ecco il Var che dà ragione al Giappone

Attualità sabato 05 dicembre 2020 ore 15:32

Trasporto d'emergenza grazie alla Guardia costiera

La motovedetta della Guardia costiera partita da Portoferraio

Il resoconto dell'intervento della Guardia costiera che ieri è intervenuta durante il maltempo per il trasporto urgente di un paziente fuori Elba



PORTOFERRAIO — Nel trasporto di un paziente colpito da infarto e che nella giornata di ieri necessitava di essere portato in un ospedale fuori Elba è stato determinante l'intervento dei mezzi della Guardia costiera. Infatti, come abbiamo scritto ieri (leggi qui l'articolo), a causa del forte vento con traghetti fermi ed elisoccorso Pegaso impossibilitato a raggiungere l'isola, il paziente in tarda serata è stato trasferito fuori dall'isola con un elicottero della Guardia costiera.

L'elicottero della Guardia costiera

Nonostante gli oltre 3 metri d’onda e i quaranta nodi di vento, ieri, venerdì 4 dicembre, come spiega in una nota la Direzione marittima di Livorno, la motovedetta della Guardia Costiera CP 892 è salpata da Portoferraio in direzione Piombino per effettuare un trasporto medico d’urgenza. 

L’intervento, operato su richiesta del 118 e dell’Ospedale Civile di Portoferraio si è reso necessario a causa delle gravi condizioni di salute di un paziente, ritenute dal personale sanitario non affrontabili localmente, nonché delle proibitive condizioni divento e mare, che hanno impedito il trasferimento sia con l’elisoccorso Pegaso sia con le unità navali impiegate nel servizio di linea. 

Tuttavia, una volta che la motovedetta ha superato il Capo della Vita (località Cavo), l’aggravarsi delle condizioni meteomarine nel Canale di Piombino hanno indotto il personale medico, presente a bordo della motovedetta, a richiedere di non procedere oltre e di rientrare nel porto di Portoferraio, per evitare il peggioramento delle già gravi condizioni di salute del paziente.

La motovedetta è quindi rientrata nel porto di Portoferraio e il paziente è stato riportato nell'ospedale elbano, da dove più tardi è stato imbarcato a bordo dell'elicottero della Guardia costiera AW 139, velivolo in grado di affrontare le pessime condizioni meteorologiche, facente base a Sarzana (La Spezia) presso il Primo Nucleo Aereo della Guardia Costiera e medicalizzato con personale militare sanitario reso prontamente disponibile dalla Marina Militare e in forza alla vicina base Elicotteri di Luni.

Il paziente è quindi stato trasportato presso la base dell’Aeronautica di Grosseto dove è arrivato alle ore 22 e successivamente è stato trasportato presso l'ospedale della città.

La complessa e delicata attività è stata coordinata dalla sala operativa della Capitaneria di porto di Livorno in raccordo con la Prefettura di Livorno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I carabinieri intervenuti per calmare l'uomo hanno scoperto che si trovava in Italia in modo irregolare. Scoperte altre situazioni di irregolarità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità