Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:02 METEO:PORTOFERRAIO16°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 12 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

Attualità giovedì 11 agosto 2016 ore 10:10

Sospeso il pronto soccorso veterinario

I tre medici che tenevano in piedi il servizio protestano per le promesse non mantenute: "I sindaci elbani non hanno fatto nulla di quanto detto"



PORTOFERRAIO — Il servizio di reperibilità veterinaria operante all'Isola d'Elba è stato sospeso dal 10 agosto. "La decisione - spiegano i medici che se ne occupavano - maturata con fatica, deriva dalla completa inadempienza delle amministrazioni comunali che, a oggi, nonostante le promesse di convenzione e di adeguamento alle leggi regionali che obbligano l'istituzione di un servizio di pronto soccorso veterinario, non hanno fatto nulla di quanto promesso.

In accordo con il presidente dell'Ordine dei medici veterinari della provincia di Livorno, Marco Melosi, i sottoscritti Michele Barsotti, Marco Mugnai e Andrea Osano, ritengono giusto far sentire la loro voce per affrontare in maniera rapida ed efficace la problematica già discussa ampiamente alla presenza del Viceprefetto Daveti e dei rappresentanti delle amministrazioni comunali e delle associazioni animaliste elbane. 

Pur consapevoli di recare un disagio notevole a turisti e residenti in un momento dell'anno così caldo per i numerosi episodi di emergenze veterinarie, sia diurne che notturne, feriali e festive, non troviamo altro sistema se non quello di protestare, interrompendo momentaneamente il nostro servizio, che ricordiamo essere gratuito e totalmente volontario. 

Chi avrà problematiche riguardanti cani e gatti vaganti dovrà rivolgersi direttamente ai Comuni e alle autorità di Polizia Municipale, tuttavia, a nostra discrezione, i casi di emergenza sanitaria saranno valutati caso per caso e decideremo se e come intervenire, affinchè in un problema di tipo burocratico, non siano gli animali sofferenti o feriti a farne le spese. 

Ci auguriamo che, a seguito di tale protesta, venga ratificata la convenzione di cui era stato discusso oltre un mese fa e che i sindaci elbani avevano promesso di sottoscrivere, siano inoltre affrontati e risolti anche i problemi legati alla stabulazione degli animali feriti, auspicando una collaborazione stretta tra Comuni, veterinari e associazioni animaliste presenti sul territorio. 

Facciamo appello anche al dott. Daveti che tanto si è impegnato finora, affinchè possa risolvere al più presto questa spinosa vicenda e si possa, quanto prima, nell'interesse di tutti, tornare alla normalità. Da parte nostra crediamo di aver mostrato ampiamente il nostro impegno, adesso serve ognuno faccia la sua parte".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Incontro di Sin Balneari sulla normativa e le difficoltà riguardo alla Bolkestein e alle concessioni balneari
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca