Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:PORTOFERRAIO18°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei Atletica, Italia oro nella 4x100 maschile: la gara

Politica martedì 07 giugno 2016 ore 09:52

"Smentiti dal vostro stesso ragioniere capo"

L'opposizione torna a attaccare la giunta Ferrari sui documenti contabili approvati nella seduta straordinaria di sabato scorso



PORTOFERRAIO — "Abbiamo letto con attenzione la documentazione pubblicata all'Albo Pretorio dalla Giunta di Portoferraio, al fine di evitare il commissariamento del Comune per la mancata approvazione del conto consuntivo 2015. Se la documentazione è tutta là, restiamo a dir poco esterrefatti.

Siamo infatti in presenza di tre determine dirigenziali alcune prive di tutti gli allegati, per quanto citati. Nella determina di riaccertamento del ragioniere capo si afferma testualmente che il lavoro svolto dai dirigenti/responsabili di area/servizio oltre ad essere ingiustificatamente tardivo, risponde solo in parte al dettato del T.U.E.L., poiché, in moltissimi casi, non vengono accertate le ragioni del mantenimento in tutto od in parte dei residui attivi e passivi e quindi non viene accertata l'esistenza del titolo giuridico che costituisca l'ente locale creditore della relativa entrata o debitore della correlativa spesa. 

Cioè a dire che non è certo che certi soldi debbano entrare nelle casse comunali e siano quindi utilizzabili per le spese cui sarebbero stati destinati. E’ come se in famiglia decidessimo di andare a fare la spesa al negozio di alimentari pagando con un gratta e vinci non ancora grattato.

Se quanto asserito è vero, qualsiasi documento che verrà presentato come schema di rendiconto sarà privo dei minimi requisiti di veridicità e legittimità per essere approvato. Non solo: il riaccertamento dei residui è stato effettuato con determina dirigenziale. Il principio contabile applicato concernente la contabilità finanziaria stabilisce che il riaccertamento ordinario dei residui è effettuato con un'unica delibera della giunta che provvede, contestualmente, alle correlate variazioni del bilancio di previsione, qualora già approvato, per l'esercizio in corso. 

Tale delibera ad oggi, 7 giugno, non compare all'albo pretorio e quindi, probabilmente non è stata approvata. 

Tutte le regole sono saltate. Non è possibile che si continui ad operare in un simile quadro. È necessario che gli atti obbligatori vengano predisposti quanto prima e che siano conformi alle leggi, veritieri e garantiscano l’integrità dei bilanci per poter procedere alla gestione dei servizi e del territorio della città".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Maltempo previsto per la giornata di domani con l'emittente di un bollettino di vigilanza meteo con codice giallo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cultura e Spettacolo

Attualità