Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità venerdì 15 dicembre 2017 ore 09:15

Riconoscimento a Carabiniere più anziano dell'Elba

Francesco Bettini premiato dagli ufficiali dell'Arma

Il 96enne Francesco Bettini ha ricevuto la visita a sorpresa del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Livorno, il Colonnello Alessandro Magro



PORTOFERRAIO — Ben 96 anni, ma con la fiamma dell’Arma che ancora arde nel suo cuore. BETTINI Francesco, carabiniere in congedo (dal 1978) che dentro di sé non ha mai accantonato l’uniforme dell’Arma, reduce della campagna di guerra in Lubiana (Slovenia), conosciuto da tutti nella comunità elbana, qualche giorno fa si è visto arrivare, a sorpresa, nella sua casa sita in Porto Azzurro, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Livorno, il Colonnello Alessandro Magro il quale, accompagnato dal Capitano Antimo Ventrone, ha voluto omaggiarlo per la sua carriera donandogli un quadro raffigurante la “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri. L’informale cerimonia, svoltasi all’interno delle mura domestiche, di fronte ai figli Giuseppe e Giovanni, entrambi ex carabinieri, ed alla moglie Gina, è stata particolarmente toccante: al momento dell’arrivo dei due Ufficiali, Francesco BETTINI, ancorché colto di sorpresa, ha prontamente salutato militarmente portando la mano all’altezza della fronte, dopo di che, con gli occhi pieni di orgoglio e nostalgia, ha riepilogato a tutti i presenti i momenti più significativi della sua lunga e non facile carriera indicando di volta in volta i numerosi attestati che occupano gran parte delle pareti di casa, non senza qualche attimo di forte emozione. Arruolatosi nel lontano 1940 a Taranto, veniva successivamente trasferito a Bari prima di prendere parte alla campagna di guerra in Slovenia; rientrato in Italia (Udine), ritornò a fare servizio in puglia, poi successivamente trasferito nel grossetano; trasferitosi all’Elba nel 1951 si era occupato anche delle traduzioni dei detenuti dal carcere di Porto Azzurro; Francesco BETTINI, particolarmente commosso per l’attestazione di vicinanza espressa nei suoi confronti dagli Ufficiali dell’Arma, nel salutare e ringraziare tutti per la bella sorpresa, ribadiva con orgoglio: “Ho sempre servito con amore e rispetto l’Arma dei Carabinieri e la Patria”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Purtroppo è stato inutile ogni tentativo di rianimazione effettuato dai soccorsi intervenuti nella notte nella sua abitazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Politica