comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 02 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, Ludovico Einaudi suona per chi soffre a causa della pandemia: «State a casa»

Attualità martedì 25 febbraio 2020 ore 19:45

Porti, ipotesi di controlli per il coronavirus

Angelo Zini

Il presidente della conferenza dei sindaci dei Comuni elbani per la sanità spiega l'ipotesi da valutare per l'emergenza del coronavirus



PORTOFERRAIO — Angelo Zini, sindaco di Portoferraio e presidente della Conferenza dei sindaci elbani in tema di sanità oggi è stato a Pisa per un vertice dell'Asl Toscana nord ovest sulle misure messe in campo per cercare di delimitare al massimo il rischio di contagio da coronavirus. Zini ci ha detto che dalla riunione dell'Asl l'aspetto più significativo emerso riguarda il grande lavoro che spetta alla rete dei medici di famiglia e ai pediatri sul territorio che sono in prima linea per aiutare a identificare possibili casi sospetti di contagio. Sono loro che devono poi attivare le procedure in modo tale da evitare che i casi sospetti di coronavirus si rechino nei Pronto soccorso (leggi qui le ultime disposizioni dell'Asl). Inoltre Zini ha spiegato che ogni sindaco avrà un referente per un rapporto diretto con l'Asl per essere pronti ad ogni situazione critica sul proprio territorio.

Zini successivamente ha partecipato a Firenze al vertice in Regione con gli altri sindaci della Toscana sempre in tema di misure per scongiurare e circoscrivere la diffusione del virus. Il sindaco di Portoferraio ha spiegato che al momento ci sono tre livelli in cui rientrano le regioni e la Toscana è nel livello due, ovvero quello in cui si sono verificati due casi dei quali per uno si è ricostruito tutto il percorso, per l'altro invece si stanno verificando i vari contatti avuti. Tuttavia per entrambi i casi manca ancora la convalida da parte dell'Istituto Superiore di Sanità.

Essendo nel livello 2, quindi al momento nella nostra Regione non sono previste misure restrittive come nei casi della Lombardia e del Veneto dove sono stati individuati dei focolai.

Per quanto riguarda invece l'isola d'Elba, Zini ha spiegato che è al vaglio l'ipotesi di maggiori controlli sui porti ma che al momento non ci sono ordinanze di livello superiore che prevedano questa ipotesi, dato che per i porti elbani si tratta di collegamenti interni nei quali arrivano traghetti solo da Piombino, mentre verranno comunque attivate procedure specifiche per i controlli sugli sbarchi dalle navi da crociera. Zini ha inoltre aggiunto che c'è poi anche da valutare la questione di eventuali controlli per i porti turistici elbani, dove invece le imbarcazioni possono arrivare da varie zone dell'Italia ma anche dall'estero.

Agli incontri di Asl e Regione insieme a Zini erano presenti anche il sindaco di Capoliveri Andrea Gelsi e il sindaco di Porto Azzurro Maurizio Papi. 

Il sindaco di Portoferraio ci ha detto che domani alle 14 è prevista una riunione dei sindaci elbani dove verrà fatto il punto sulla situazione, anche alla luce delle riunioni svoltesi oggi con l'Asl e con la Regione, e dove nel caso verrà valutato quali eventuali altre iniziative attivare per limitare al massimo il rischio di contagio sul territorio elbano con provvedimenti condivisi.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità