Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:37 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 19 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità lunedì 11 febbraio 2019 ore 07:00

Patrimonio Unesco

Promozione e consapevolezza, l’impegno dell’Elba. In ELBAomnes di Antonella Danesi



PORTOFERRAIO — Nel suo Dataroom, Milena Gabanelli esplora i costi ed i percorsi dell’Unesco e delle attribuzioni dei titoli di “patrimonio”, evidenziando un elemento fondamentale tra problematiche e valutazioni conseguenti e cioè, che comunque sia, poi tocca al territorio promuovere il sito riconosciuto e inserito nella prestigiosa lista. 

Non è il caso di ritornare qui, sull’opportunità di seguire questo costoso percorso a livello nazionale (dove avvengono le designazioni) e nemmeno di cercare di evidenziare le possibilità di finanziamenti, ciò che è rilevante per il nostro territorio è che siamo inseriti nelle Riserve della Biosfera UNESCO e siamo tra i siti segnalati per quanto riguarda il patrimonio geologico. Prescindendo dalla opportunità di trasformare quest’ultimo in inserimento, comunque positivo come immagine e, come già detto, considerato i soldi che l’Italia versa, ciò che dobbiamo fare noi è tutelare il nostro patrimonio (vedi interventi di pulizia e campagne sulla plastica monouso). 

Sicuramente un dovere morale verso noi stessi e verso tutto il resto dell’umanità e, contestualmente, valorizzare e promuovere ciò che rappresenta il motore della nostra economia. Il significativo sviluppo delle attività “outdoor”, che non solo ha portato ad un incremento di visitatori, ma anche ad un “riempimento” nei mesi definiti spalla al periodo di alta stagione. Il famoso “allungamento”, ma concreto, non un luogo comune reiterato ad ogni incontro, bensì una reale opportunità, sostenibile dal sistema Elba. 

Questo diventa ancora più importane nel momento in cui una forte contrazione dei consumi a livello nazionale potrebbe riflettersi sulla domanda del “solo mare”. Anche se, in momenti difficili, in realtà si cerca evasione e una offerta basata sulla serenità, che pure il nostro scoglio offre, potrebbe essere utile per quello che rimane il core business dell’isola. 

In definitiva, si tratta di accettare che la grande varietà che deriva dalla natura, dalla stratificazione storica e dal percorso imprenditoriale che gli elbani hanno compiuto, costituisce un patrimonio immenso e che solo facendo sistema ed assumendo in prima persona, come elbani, l’onere (e l’onore) di questo percorso, possiamo sfruttare appieno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È stato riaperto al pubblico il teatro "napoleonico" dedicato al tenore elbano Renato Cioni. Ecco gli interventi realizzati e la sua storia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Sport