QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°18° 
Domani 16°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 26 maggio 2019

Attualità martedì 03 aprile 2018 ore 17:02

Parcheggi, si cambia: in arrivo gli abbonamenti

Il parcheggio all'Alto Fondale

Presentate le nuove regole per la sosta in città: via le gratuità per l'inverno, sostituite da un abbonamento a basso costo. Ecco come funzionerà



PORTOFERRAIO — Novità in arrivo a Portoferraio nella gestione dei parcheggi. L’assessore alla mobilità Adalberto Bertucci, coadiuvato dal nuovo comandante della Polizia Municipale Stefano Canuto, ha convocato la stampa per illustrare quanto scaturirà dall’accordo siglato con la società Abaco, che finora ha gestito i parcheggi a pagamento comunali.

“Dopo una lunga concertazione con le associazioni di categoria – ha spiegato l’assessore – abbiamo deciso di apportare dei correttivi alla gestione dell’accesso e della sosta al centro storico, stante anche l’esigua disponibilità di agenti della Polizia Municipale che ci impedisce di controllare direttamente il tutto. E’ stato deciso quindi di affidare la gestione alla società Abaco. La novità è quella di creare degli abbonamenti per i residenti anche per il periodo invernale, a delle condizioni particolari. Ci saranno tre categorie: una per il centro storico, un’altra per le altre zone della città e una terza per i non residenti”.

Il periodo va dal 1 ottobre al 31 maggio, una fascia temporale che fino ad oggi vedeva Alto Fondale, Calata Depositi e Viale Manzoni liberi da pedaggi. Gli abbonamenti del centro storico costeranno 15 euro per l’intero periodo, e saranno validi per le zone blu di Alto Fondale, Calata Depositi e Linguella, lasciando Piazza Cavour e Piazzetta Ageno nella stessa situazione attuale. Il tutto sarà riservato ai  residenti di zona e ai dipendenti di Pubbliche Amministrazioni. Il parcheggio sarà consentito per un limite massimo di 8 ore, che verrà attestato dal bigliettino di ingresso nel parcheggio.

“Il problema è legato alla rotazione dei posti – ha precisato il comandante Stefano Canuto – così facendo il limite di otto ore dovrà essere rispettato e consentirà di evitare che la stessa auto venga abbandonata a lungo nello stesso posto. Gli aventi diritto verranno registrati e verificati da Abaco, che darà loro un contrassegno di riconoscimento”.

Per le altre zone i residenti pagheranno 20 euro per lo stesso periodo, nelle stesse tre aree ma per una sosta massima  di due ore.

Il terzo tipo di abbonamento, per non residenti , pubblici esercizi ed esercenti con attività commerciali, costa 50 euro per lo stesso periodo, negli stessi parcheggi, per un massimo di 8 ore al giorno, e nei restanti parcheggi a pagamento per un massimo di un’ora complessiva al giorno, ad eccezione del parcheggio di Piazza della Repubblica.

La sosta gratuita resta dalle 20 alle 8 del giorno successivo.

“La motivazione di questo provvedimento – ha spiegato l’assessore Bertucci - sta nella carenza di personale della Polizia Municipale, ma servirà anche per stimolare una rotazione dei parcheggi che a volte non avviene. L’interesse finale, quindi, è quello di vivacizzare e se possibile incentivare anche l’accesso al centro storico”.

Abaco prenderà in carico anche tutti i posti riservati ai  residenti del centro storico, verificando nuovamente i permessi rilasciati ed effettuando direttamente la vigilanza.

Tutto questo permetterà di rimettere a posto anche la situazione dei posti riservati ai disabili e dei cartellini di accesso agli stessi, per i quali ci sono 19 posti monitorati dal progetto No Far Access

Abaco aprirà un ufficio all’interno di Palazzo della Bricchetteria, dove riceverà le persone che dovranno revisionare i loro permessi di accesso e sosta ma soprattutto coloro che vorranno avere accesso agli abbonamenti.

Per i residenti di zona sarà ancora garantita la possibilità di parcheggiare una auto a famiglia, mentre sono allo studio altre soluzioni per chi possiede più di una auto.

Alla Abaco passerà anche il controllo delle ZTL del centro storico, compresa la gestione delle telecamere.

“Il sistema nuovo comporterebbe – ha aggiunto ancora il comandante Canuto - un grosso aggravio di lavoro per i vigili; in questo modo invece c’è un sistema che funzionerà autonomamente, anche se sarà fisicamente a stretto contatto con la polizia municipale, evitando così la possibilità di errori o fraintendimenti nelle verifiche da effettuare”.

Le uniche zone a parcheggio libero resterebbero dunque quella della ex Finanza alle Ghiaie e quella del Residence; fra l’altro in quest'ultimo parcheggio saranno presto ridisegnati gli stalli, guadagnando una sessantina di posti auto.

Abaco si insedierà – dopo aver fatto delle selezioni per assumere personale in loco – intorno al 15 di aprile; nel corso delle verifiche da fare per il rilascio delle nuove autorizzazioni e dei primi abbonamenti verrà fatto un test di funzionalità del sistema, che entrerà definitivamente in funzione subito dopo.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità