comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 22°25° 
Domani 20°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 24 settembre 2020
Giani
863.595
 
48.62%
Ceccardi
718.625
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.668
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Venezia, la guida speciale che non mostra ai turisti i monumenti ma gli effetti dell'acqua alta

Cronaca giovedì 12 settembre 2019 ore 17:30

Palazzina esplosa, indagini fra le macerie

I detriti della palazzina di via De Nicola (foto di repertorio)

Task force attiva con uomini e mezzi dei vigili del fuoco per scavare fra i detriti della palazzina, nella cui esplosione sono morte tre persone



PORTOFERRAIO — Dopo che sono state effettuate le autopsie sulle salme della tre vittime dell'esplosione della palazzina di via De Nicola, avvenuta lo scorso 23 Luglio a Portoferraio, in seguito alla quale hanno perso la vita tre persone, i coniugi Silvano Pescatori e Grazia Mariconda e Alberto Paolini (leggi qui l'articolo), ora le indagini sono concentrate sulle macerie rimaste dopo il crollo. Nella palazzina inoltre rimasero ferite madre e figlia, Silvia Pescatori e Lisa Paolini di 76 e 46 anni (leggi qui l'articolo), mentre la famiglia Ferrari, pur avendo perso la propria abitazione e i propri beni, rimase miracolosamente illesa.

Dopo la tragedia infatti il procuratore capo di Livorno, Ettore Squillace Greco, aveva a aperto un'inchiesta per disastro colposo. 

Mentre si attendono i risultati delle autopsie, in questi giorni proseguono gli accertamenti dei vigili del fuoco per individuare le cause della fuga di gas che ha provocato l'esplosione mortale.

Il nucleo investigativo dei vigili del fuoco infatti da ieri mattina sta effettuando ricerche fra le macerie della palazzina esplosa, dove una pattuglia dei carabinieri tiene sotto stretta vigilanza l'area da quando è avvenuta la tragedia.

Sul posto, a quanto si apprende dal giornale La Nazione, è presente personale del nucleo investigativo antincendi nazionale proveniente da Roma e il nucleo di polizia giudiziaria del comando di Livorno. 

Sul campo per trovare indizi, per ricostruire le cause dell'esplosione del 23 Luglio scorso (vedi qui sotto gli articoli collegati), è quindi attiva una task force composta da 9 uomini, 3 dei quali dei vigili del fuoco di Livorno, 2 del comando di Prato e 4 del nucleo investigativo nazionale. Da Prato inoltre sono stati portati dei piccoli mezzi in grado di farsi spazio fra i detriti della palazzina.



Tag
 
Orario voli Silver Air Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Sport

Spettacoli