QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°22° 
Domani 17°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 23 maggio 2019

Cronaca mercoledì 17 gennaio 2018 ore 23:30

L'Elba conta i danni provocati dal vento

L'intervento dei Vigili del Fuoco al distributore di Mola

L'allerta meteo arancione ha confermato tutta la sua intensità. Le conseguenze: strade e scuole chiuse, decine di cadute di alberi. Il resoconto



PORTOFERRAIO — Non avrà raggiunto l'intensità misurata a Capo Corso, con il record fissato a 228 kmh, ma il vento che ha soffiato per tutta la giornata sull'Elba, prima da libeccio e poi da ponente, ha toccato i 56 nodi, ovvero 103 kmh, stando alle rilevazioni fatte a Marciana Marina  dai Vigili del Fuoco. Ben 30 gli interventi dei pompieri sul territorio dell'isola, che era stato presidiato da forze aggiuntive provenienti da altri distaccamenti già dalla giornata di martedì. Oltre ai Vigili del Fuoco, sul territorio dell'isola sono stati impegnati uomini delle squadre comunali di protezione civile, polizia municipale, carabinieri ed altre forze dell'ordine, tutti coinvolti nel cercare di far fronte alle numerose emergenze che si sono presentate. 

Sono stati soprattutto gli alberi in prossimità delle strade a creare i problemi più importanti: da San Felo al Lido, fino a San Giovanni, con l'ennesimo incidente provocato dalla caduta di un ramo sulla strada - di cui parliamo in un altro articolo - che ha indotto il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari a dichiarare che si sta pensando seriamente alla rimozione delle alberature su tutto il tratto di strada che va dalla rotonda di Carpani alla curva a ferro di cavallo.

Il rischio caduta alberi, già da martedì sera, aveva indotto il sindaco di Marciana Anna Bulgaresi a chiudere al traffico la strada della Civillina, e per motivi legati all'allerta meteo e alla difficoltà degli spostamenti era stata anche ordinata la chiusura del plesso scolastico marcianese.

Decine , poi, gli interventi minori: a Porto Azzurro, sulla strada provinciale per rimuovere alberi caduto a San Felo, a Capoliveri dove all'alba la caduta di un palo Telecom e di un albero aveva interrotto la strada di barabarca, di nuovo sulla provinciale a Mola dove entrambi i distributori di benzina, l'AGIP e il Beyfin, hanno dovuto affidarsi ai Vigili del Fuoco per evitare che le pensiline di copertura della stazione di servizio volassero via. 

Problemi, poi, anche nei centri abitati: a Marciana Marina, dove un lampione è caduto pericolosamente proprio davanti alla chiesa di Santa Chiara, a Capoliveri con interventi della Protezione Civile Novac su comignoli, tetti ed impalcature edili, a Porto Azzurro, dove in Via Nardelli la strada è stata interrotta a causa della caduta di embrici da un tetto. Addirittura chiusa per oltre un ora e mezzo la strada del quartiere di Carpani, a Portoferraio, per permettere ai Vigili del Fuoco di rimuovere tegole pericolanti. Nel versante occidentale dell'isola, due squadre della protezione civile La Racchetta sono intervenute a ripetizione su emergenze di vario tipo per metterle in sicurezza .

Un caso a parte, quello della caduta della croce sul monte Mar di Capanne a Porto Azzurro, dovuto al vento ma anche a qualche problema di usura della struttura.

Un resoconto, dunque, che parla di una vera e propria emergenza a cui il territorio ha dovuto fare fronte, correndo dei rischi soprattutto sulla viabilità principale dell'isola che devono far pensare chi ci amministra a rivedere le condizioni di sicurezza delle nostre strade, di fronte ad una incidenza di situazioni di maltempo così gravi che diventa di anno in anno sempre più frequente.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Cronaca

Attualità