Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:23 METEO:PORTOFERRAIO18°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La torcia olimpica brilla sul red carpet del Festival di Cannes

Attualità mercoledì 16 gennaio 2019 ore 15:44

Italia Nostra interviene sui nuovi marciapiedi

Portoferraio veduta dall'alto

L'associazione considera la loro struttura come un nuovo attacco al patrimonio culturale dell'isola dove non si tiene conto della storia



PORTOFERRAIO — Italia Nostra Arcipelago toscano interviene per segnalare il suo disappunto sui nuovi marciapiedi realizzati a Portoferraio.

"A Portoferraio, all’isola d’Elba, - scrive l'associazione - vanno di moda i 'marciapiedini', magari stretti e corti, dove poter camminare in fila indiana, come quelli disegnati dall’Autorità Portuale, o divisi per segmenti come preferisce l’Amministrazione comunale. Abbiamo anche avuto un marciapiede atipico, la pista ciclabile più corta al mondo che, dopo essere stata dipinta di blu, è poi sparita".

Nuovo marciapiedi

"Adesso, - spiega Italia Nostra - sono stati costruiti nuovi marciapiedi davanti alla Porta a Terra, uno dei due ingressi alla città fortificata di Cosmopoli. Italia Nostra li considera un nuovo attacco al patrimonio culturale dell’isola, sottolineandone anche l’inadeguatezza e secondi, come importanza e in ordine di tempo, alla demolizione, ricostruzione e ampliamento della Gattaia - entrambi gli interventi realizzati con l’approvazione della Soprintendenza".

"È questa la soluzione scelta dal Comune di Portoferraio e dall'Ufficio di ElbaSharing Civitas Destinations - afferma Italia Nostra - per agevolare meglio il flusso di quei visitatori che, dalla zona portuale di attracco dei traghetti e delle navi crociera, si apprestano a visitare le fortificazioni medicee e una delle due residenze dell’esilio napoleonico elbano. Si è però sottovalutato un elemento chiave del transito pedonale: non si tratta di accogliere qualche visitatore occasionale, ma si tratta di veicolare decine di migliaia di persone ogni anno".

"Si continua - prosegue l'associazione - a sottovalutare l’evidenza di una realtà importante per l’accoglienza del turismo nazionale e internazionale: il necessario dialogo tra la zona moderna, il porto e il centro storico. Finché non si costruirà un vero collegamento con infrastrutture armoniche per collegare le varie componenti della città, l’ingresso alla parte medicea resterà un calvario, perché il flusso turistico pedonale sarà sempre considerato un'appendice e un problema, non un valore aggiunto: i lavori da poco conclusi negano il valore e il significato di una progettualità qualificata e di ampio respiro".

"Mancano, in tutto questo, l'amore e il rispetto per il nostro patrimonio. Assente - conclude Italia Nostra - è l’attenzione degli altri Comuni elbani e della Gat, Gestione Associata per il Turismo, per un bene comune e da condividere".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Persona conosciuta anche in tutta l'isola aveva un legale particolare col paese di Marciana Marina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Lavoro

Attualità

Attualità