Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PORTOFERRAIO11°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità lunedì 24 aprile 2017 ore 11:37

Interrogazione sulle Caserme di Albereto

Il PD chiede a che punto è il recupero e la riqualificazione e la realizzazione di 36 prime case per dipendenti delle Forze dell'Ordine e di Polizia.



PORTOFERRAIO — Questo il testo delle terza interrogazione sulla mancata attuazione del Peep di Albereto.

I sottoscritti Consiglieri Comunali avevano già interpellato Codesta Amministrazione nel luglio 2014 e nel luglio 2015, rispetto allo stato di attuazione del piano Peep approvato dalla passata Amministrazione e finalizzato al recupero ed alla riqualificazione urbanistica delle Caserme di Albereto ed alla realizzazione di 36 prime case per dipendenti delle Forze dell'Ordine e di Polizia.

La risposta allora fu rassicurante: a breve sarebbero state superate le problematiche che di fatto bloccavano l’acquisizione delle aree dal Demanio.

Dopo due anni nulla è cambiato: i lotti edificabili sono stati assegnati da tempo, a due distinte cooperative edilizie, che hanno presentato i progetti per la realizzazione degli interventi.

Dopo una lunga trattativa con il Comune, il Demanio dello Stato ha convenuto circa la vendita ed il relativo prezzo. In base agli ultimi accordi il Demanio, nello scorso mese di marzo, avrebbe inviato una nota al comune per concludere l’acquisto dei terreni, ma a quella nota l’Amministrazione non avrebbe risposto, di fatto bloccando ogni iniziativa.

Ci risulta che le Cooperative oltre ad aver versato al Comune il 10% del corrispettivo da girare all’Agenzia del Demanio, hanno anche stipulato la necessaria polizza fideiussoria per i pagamenti previsti, ma ancora i terreni non sono disponibili.

Considerato che la realizzazione degli interventi previsti, 36 alloggi, non solo risponde alle necessità di prima casa, ma è anche una occasione di lavoro per le imprese locali per almeno 15-18 mesi;

Ritenuto grave che l’Amministrazione non supporti la volontà dei cittadini di accedere alla prima casa;

Interroghiamo la S.V. per sapere:

1. quali sono i motivi per i quali l’Amministrazione non avrebbe ancora proceduto a definire gli atti con l’Agenzia del Demanio

2. in che modo l’amministrazione intende affrontare l’attuale immobilismo per garantire nel più breve tempo possibile la soluzione al problema.

Chiediamo che la presente interrogazione sia iscritta all'o.d.g. del prossimo consiglio comunale

I Consiglieri

Alessandro Mazzei - Cosetta Pellegrini - Paolo Andreoli - Antonella Giuzio


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A distanza di pochi giorni un altro traghetto di Toremar si ferma per un guasto. Dopo parte della giornata a Piombino poi è ripartito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Cronaca

Cronaca

Monitor Traghetti