Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:PORTOFERRAIO23°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 15 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, trivella di 10 metri cade e squarcia la finestra di un palazzo

Cronaca giovedì 06 maggio 2021 ore 19:30

Infermiera aggredita, sanzione di mille euro

Ospedale di Portoferraio

Il fatto è stato denunciato dall'Asl Toscana nord ovest ai Carabinieri Nas di Livorno e grazie alla nuova legge è scattata la sanzione prevista



PORTOFERRAIO — L’Azienda Usl Toscana nord ovest fa sapere che ha segnalato al Comando Nas dei Carabinieri di Livorno un episodio di comportamenti aggressivi e minacciosi verso il proprio personale sanitario nel febbraio scorso. E grazie alla legge numero 113 del 2020, come spiegano dall'Asl, entrata in vigore lo scorso Settembre, gli autori di questi comportamenti sono stati sanzionati con una multa salata.

L’episodio in questione ha riguardato il comportamento aggressivo e minaccioso tenuto da un operatore esterno, multato con 1.000 euro di sanzione, verso un’infermiera dell’ambulatorio odontoiatrico di Portoferraio.

L’Azienda Usl Toscana nord ovest ha segnalato l’accaduto al Comando Nas dei Carabinieri di Livorno che è quindi intervenuto comminando la sanzione prevista dalla nuova legge in materia di sicurezza per il personale sanitario nell'esercizio delle proprie funzioni.

“Ringrazio il Comando Nas dei Carabinieri per l’opera di protezione degli operatori messa in campo nell’ultimo periodo tramite l’attuazione di questa innovativa normativa”, ha dichiarato Maria Letizia Casani, direttore generale dell’Ausl Toscana nord ovest.

“Proseguiremo a segnalare comportamenti o comunicazioni, anche via social, aggressivi ed offensivi – spiegano dall’Azienda - ferma la rilevanza penale dei comportamenti che costituiscano ipotesi di reato, per l’applicazione immediata ai trasgressori delle sanzioni amministrative previste dalla nuova legge”.

La norma in questione prevede che chiunque tenga condotte violente, ingiuriose, offensive o moleste nei confronti di personale esercente una professione sanitaria o socio-sanitaria o anche di chiunque svolga attività ausiliarie di cura, assistenza sanitaria o soccorso funzionali allo svolgimento di dette professioni presso strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche o private è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500 a euro 5mila.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Fra gli ospiti che hanno deciso di trascorrere le vacanze estive all'Elba ci sarebbe anche il noto virologo che ha rilasciato una dichiarazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità