QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 14°15° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 18 novembre 2019

Attualità giovedì 09 giugno 2016 ore 09:46

"I fondi per l'iperbarica ci sono, li usino"

Paolo Camelli, segretario della funzione pubblica della Uil commenta la decisione dell'Asl di mantenere attiva l'iperbarica a servizio ridotto



PORTOFERRAIO — "In questi giorni apprendo che la camera iperbarica di Portoferraio non è in funzione nell'orario diurno. Giustamente si è alzata la protesta del Comitato Elba Salute preoccupato per l'assistenza a residenti e turisti e per le negative ricadute economiche che potranno riguardare la stagione turistica 2016.

Qualcuno ha anche cercato di scaricare la responsabilità sulle organizzazioni sindacali e sugli operatori che sono impegnati in una vertenza contro la Asl nord-ovest. E allora bene chiarire che la vertenza sindacale non c'entra un bel nulla in quanto attiene alla contestazione di strumenti utilizzati dall'Azienda illegittimamente in quanto vietati dal Contratto Nazionale di Lavoro. 

Il Contratto, viceversa, offre strumenti legittimi per garantire il pieno e necessario funzionamento della camera iperbarica che come è noto trattasi di un servizio salvavita. Ci sono le risorse date dal finanziamento del supporto ai servizi elbani che prevede 341mila euro per il presidio ospedaliero, 75mila euro per il 118 e Pronto Soccorso, 184mila euro per l'assistenza carceri.

Dei 341mila euro destinati all'ospedale, 44mila euro sono per la camera iperbarica finalizzati a sostenere i turni di pronta disponibilità che il contratto nazionale della dirigenza medica e del comparto consente di effettuare nell'orario notturno e festivo. Per i turni diurni è disponibile l'istituto della guardia attiva che l'Azienda può attivare senza vincoli di nessuna natura. 

Dunque non c'è nessun impedimento al funzionamento della camera iperbarica elbana e le disfunzioni oggi denunciate sono a totale carico di scelte che l'Azienda ha liberamente e consapevolmente compiuto. Tocca ai sindaci e alla comunità elbana farsi sentire, il sindacato e gli operatori stanno facendo la loro parte per ottenere organici, adeguati ai servizi erogati, nella legittimità contrattuale e nell'interesse degli operatori e dei cittadini". 



Tag

Mattia, la «sardina» che ha riempito Piazza Maggiore contro Salvini: «Non conosco Prodi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità