QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 14 novembre 2019

Cronaca mercoledì 02 ottobre 2019 ore 16:32

Villetta esplosa, migliorano le condizioni di Lisa

Sta meglio la donna gravemente ustionata dall'esplosione che il 23 Luglio scorso uccise tre persone. Nuovi alloggi per le famiglie rimaste senza casa



PORTOFERRAIO — Migliorano le condizioni di salute di Lisa Paolini, la donna che aveva riportato gravi ustioni dall'esplosione della palazzina di Via de Nicola il 23 luglio scorso a Portoferraio (vedi gli articoli correlati). Subito dopo lo scoppio, Lisa era stata ricoverata all’ospedale di Cisanello di Pisa, al centro grandi ustionati, mentre la madre Silvia Pescatori era stata portata all’ospedale di Livorno in terapia intensiva. 

In seguito al crollo della palazzina erano state tre le vittime, Silvano Pescatori e Grazia Mariconda e il padre di Lisa, Alberto Paolini, deceduto poche ore dopo il ricovero all’ospedale di Cisanello. 

Tutta l’isola si è stretta intorno alle famiglie ed è stata in apprensione per la sorte delle due donne ferite. La signora Silvia è tornata a casa già da qualche settimana. E Lisa, come fanno sapere i familiari, dimessa dall’ospedale pisano, dal 20 Settembre si trova a Volterra per la riabilitazione e le sue condizioni sono in costante miglioramento, tanto che tra una decina di giorni sarà dimessa a tornerà all’Elba dalla madre Silvia e dalla sorella Manola. 

Mentre si attende ancora l’esito delle indagini dei vigili del fuoco per accertare le cause del crollo della palazzina, arrivano altre buone notizie per i superstiti del tragico evento. 

Silvia Pescatori ha trovato un appartamento in Via Carducci a Portoferraio, dove si trasferirà a breve. Il Comune di Portoferraio corrisponderà mensilmente un contributo affitto di 500 euro per un anno. 

Andrea Ferrari e la sua famiglia, rimasto illeso dal crollo con la moglie e il figlio, ma senza casa, ha trovato un appartamento in affitto nella zona delle Grotte. A giorni, sbrigate tutte le pratiche, i Ferrari si trasferiranno nel nuovo alloggio.

“La speranza ora – commenta Andrea Ferrari – è che vengano tolti presto i sigilli dalle macerie dei nostri appartamenti crollati, in modo da capire cosa possiamo fare. Ogni volta che torniamo lì è un colpo al cuore”.

Una tragedia quella della palazzina che da subito ha ricevuto una grande solidarietà da parte dell’intero territorio elbano

“Nella sfortuna mi sento fortunata - commenta Manola Paolini – le persone sono state incredibili, ho avuto supporto economico e morale da parte di tutti, parenti, amici, conoscenti ma anche sconosciuti che mi hanno avvicinato e mi sono stati vicini, condividendo con me la loro vita. L’Elba è stata eccezionale e io ringrazio tutti per avermi dato la forza di affrontare questa tragedia con la consapevolezza di non essere sola”. 



Tag

Mose, Fiorello in diretta: «7 mld per un opera che non serve a niente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Sport