Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:35 METEO:PORTOFERRAIO12°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Attualità mercoledì 06 dicembre 2023 ore 15:30

Internet e telefono ko per l'Avis di Portoferraio

Il presidente dell'Avis Leonardi spiega che per i lavori l'azienda di telefonia mobile si avvale di ditte sul continente



PORTOFERRAIO — Dante Leonardi, presidente della sezione AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) di Portoferraio Isola d’Elba attraverso una nota spiega: "Nelle prime settimane del mese di Novembre, sono stato contattato da un operatore della Wind Tre, società presso la quale siamo abbonati per il servizio telefonico, che mi ha comunicato che avendo provveduto al rinnovo delle linee telefoniche, nei giorni seguenti la la linea da noi utilizzata, sarebbe passata da DSL a FIBRA senza nessun onere per l’associazione e a titolo gratuito mi avrebbero inviato un nuovo modem da collegare al momento che il segnale telefonico scompariva". 

"Con quella telefonata mi è stato comunicato che la tecnologia è totalmente diversa rispetto al precedente servizio e comunque le condizioni di contratto sarebbero rimaste invariate senza alcun costo aggiuntivo. - prosegue Leonardi - Mi è stata fatta una intervista telefonica, registrata per accettazione della nuova fornitura e quindi sono rimasto in attesa del nuovo modem. Nel frattempo mi sono giunti diversi SMS con i quali veniva esaltato il nuovo servizio e altri SMS da parte del corriere con i quali venivo informato dei termini di consegna".

"Arriva il Modem e il giorno 23 novembre 2023 secondo le istruzioni avute, ho collegato il nuovo apparato. Risultato? Niente Internet, ma quello che è peggio niente linea telefonica. Immediatamente ho chiamato il 159 e l’operatore, verifica che i passaggi del collegamento corrispondessero alle istruzioni avute e visto che la linea rimaneva morta, ha inoltrato la segnalazione del guasto. Oggi con l’avvento del web, tutti i rapporti con i donatori, per quanto riguarda le prenotazioni per le donazioni, le necessità del centro trasfusione secondo la carenza o esubero di sacche di sangue, avviene tramite apposite Applicazioni installate sul nostro Computer, per cui tutta l’attività della nostra associazione è rimasta completamente ferma. Tutti i giorni ho chiamato il 159 e sono sempre stato rassicurato che entro il terzo giorno lavorativo sarebbe tornato tutto alla normalità", prosegue Leonardi. 

"Trascorrono i giorni e ci avviciniamo al fine mese e alla fine dell’anno, e noi volontari che ci occupiamo della gestione dell’associazione, dobbiamo provvedere a tutte le formalità di Legge, indicate per il Terzo settore, nonché dei rapporti con l’Istanze Regionali.Intanto continuano a trascorrere i giorni e il problema si accresce, non vengono chiamati i donatori per recarsi al trasfusionale e anche l’attività amministrativa è ferma. Forse per fortuna, ieri 5 dicembre, ho incontrato un donatore che mi ha chiesto per quale motivo non gli venivano inoltrate chiamate per andare a donare, gli ho spiegato i motivi. Visto che opera nel settore telefonico mi ha promesso che oggi si sarebbe occupato del problema. Oggi dopo un controllo velocissimo ha individuato il problema, e nel giro di pochi minuti finalmente la linea è riattivata. Le cause? L’azienda, per i lavori di assistenza si rivolge a ditte del continente, che per contenere i costi sbarcano sull’Isola quando più gli fa comodo. Mi scuso con i lettori ma dovevo in qualche modo rendere pubblico questo disservizio, non è possibile bloccare una associazione che opera nel settore socio sanitario, solo perché sul territorio non c’è una squadra di pronto intervento", conclude Leonardi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono passati 20 anni da quell'intervento che ha unito per sempre due cugini e che ha salvato la vita ad uno di loro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità