Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PORTOFERRAIO22°25°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Onorificenza a Liliana Segre, Casellati si commuove: «Lei ha trasformato l'orrore in memoria»

Attualità sabato 14 marzo 2020 ore 16:10

Pazienti reumatologici, "non sospendere terapie"

Riccardo Cecchetti

I consigli del dottor Cecchetti, primario di Medicina e presidente Sir, per la gestione della patologia reumatologica durante l'emergenza coronavirus



PISA — “Non sospendere le proprie terapie anche in caso di farmaci potenzialmente immunosoppressivi e mantenere uno stretto contatto con il proprio medico di riferimento”. 

Sono solo due dei consigli che in questo momento di apprensione sanitaria generalizzata legata alla diffusione del coronavirus, Covid-19, si sente di dare Riccardo Cecchetti, presidente della sezione toscana della società italiana di reumatologia (Sir) e direttore della reparto di Medicina Interna e servizio di Reumatologia dell’ospedale di Portoferraio, alle tante persone, soprattutto anziani, che in questi giorni si stanno rivolgendo a lui per consigli.

“La sospensione generalizzata delle terapie farmacologiche per le patologie reumatologiche è un atteggiamento ingiustificato – dice Cecchetti – e rischia di generare una moltitudine di riattivazioni cliniche che sarebbero molto pericolose per la maggior parte dei pazienti. Questa è una indicazione contenuta anche nei principi di comportamento stabiliti a livello nazionale dal presidente della Sir, Luigi Sinigaglia. I pazienti reumatologici in trattamento con farmaci potenzialmente immunosoppressivi devono attenersi alle disposizioni ministeriali per la prevenzione delle infezioni. Può essere incoraggiata, quando possibile e quando ritenuta utile, la pratica del lavoro a distanza per le persone ancora lavorativamente attive. A tutti i medici che seguono questi pazienti, in considerazione della prevedibile riduzione generalizzata delle attività ambulatoriali, di day hospital e infusionali è sempre consigliato di mantenere uno stretto controllo su tutti i pazienti e in particolare su quelli in trattamento con farmaci biologici”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Al via l'apertura del Rallye Elba storico con l'edizione 2021 dedicata ad Elio Niccolai e Capoliveri omaggia organizzatori ed evento internazionale
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Politica

Attualità