Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:46 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 05 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Ibra in ritardo arriva grazie a un passaggio in moto in autostrada: il video

Attualità giovedì 08 dicembre 2016 ore 10:56

Carmela li faceva nascere, trovati i registri

Carmela Corsi in una rara foto che la ritrae al lavoro

Ritrovati dalla nipote gli archivi delle nascite della prima levatrice di Portoferraio, storia di una donna indipendente e moderna oltre il suo tempo



PORTOFERRAIO — La andarono a prendere i fratelli, sbarcò con i calzoni lunghi e la Vespa. Fece scandalo Carmela Corsi quando all'inizio del '900 andò, donna sola, a studiare "in continente", addestrata all'ostetricia dalle suore dell'istituto di Pisa. 

Fece scandalo e fece del bene, molto e a tante donne. Se molte famiglie sono nate all'Elba, tanto merito va a quella donna che nella sua casa di via Guerrazzi accoglieva le puerpere e le assisteva nel parto. Erano i tempi in cui gli uomini stavano fuori e non si azzardavano a entrare, quello era il regno di Carmela.

Un pezzo di storia elbana riemerge dagli archivi delle nascite che Carmela Corsi compilava per tenere segno della sua attività e che sono stati conservati, e ora pubblicati su Facebook, dalla nipote, Milla Miliani.

Quelle pagine ingiallite non tramandano solo date e nomi, raccontano la storia di Carmela, donna forte e indipendente, moderna oltre il suo tempo e che, ancora oltre i novant'anni raccontava nelle notti passate a vegliare la pronipote, la vita di frontiera di una pioniera sull'isola.

"Era la zia di mio padre - ci racconta Milla - ma per me era la zia Carmela. Io all'epoca vivevo a Milano ma già alla fine di maggio i miei genitori mi accompagnavano a Piombino e passavo le estati con lei. Mi ricordo le donne che venivano in casa e i viaggi in motoscafo per andare negli altri paesi dell'Elba a fare le visite pediatriche".

Milla ha trovato alcuni registri delle nascite che coprono l'attività degli anni 1947, '49, '50, '52, '56, '57, '58 e '59: "Ma ce ne saranno stati sicuramente altri che non so dove sono. Li vedevo là e mi sembrava un peccato che non potessero essere consultati. Da quando li ho messi su Facebook sono sommersa da richieste di elbani per trovare il loro atto di nascita. Provo a rispondere a tutti quando posso ma è bello vedere come in tanti la ricordano con affetto".

Decine e decine di richieste ma anche tanti ricordi e commenti come questo: "L'ostetrica Carmela Corsi era ost condotta a Portoferraio negli anni 50, io sono nata nella sua casa in via Guerrazzi perché mia madre viveva a Bagnaia e in quegli anni le strade non erano asfaltate perciò lei ospitava le gravide nella sua casa e lì partorivano i loro bambini. Molto stimata come ostetrica e fra le donne".

Oppure aneddoti che dimostrano come Carmela fosse una colonna portante della società elbana dell'epoca. Racconta un utente, infatti, che in una diatriba verbale si era soliti apostrofare l'oppositore con la frase: "Non l'ho mica con nessuno, ce l'ho con Carmela che ti ha legato il bellico".

Fu la prima ostetrica con una formazione medica specifica sull'isola, prima imperava il dilettantismo della tradizione orale, le donne elbane si rivolgevano a lei per quello che ora sono le visite ginecologiche e non mancano, nei ricordi di Milla, gli interventi diretti di Carmela nelle situazioni più difficili per ricondurre alcuni mariti a più miti consigli.

Morì nel 1998, fu economa dell'asilo nido di via Guerrazzi e assistente all'ospedale in un tempo in cui alle donne difficilmente era concesso il beneficio del dubbio ma per Milla rimarrà sempre la zia Carmela.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Attualità

Attualità