Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:PORTOFERRAIO17°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 01 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La drammatica battaglia per l'acciaieria Azovstal di Mariupol vista con gli occhi del soldato-cameraman: le immagini

Attualità mercoledì 27 gennaio 2016 ore 19:10

Camionisti contro Onorato in Sardegna

Due compagnie di autotrasporti hanno inviato due esposti all'Antitrust contro Moby e Tirrenia. All'Elba si aspetta la sentenza prevista a giorni



PORTOFERRAIO — Moby e Onorato finiscono nuovamente nel mirino dell'Antitrust. Questa volta sono due compagnie di autotrasporto, Lucianu e Trans Isole, a aver presentato due esposti all'Agcm (Autorità garante della concorrenza e del mercato) contro la compagnia della balena blu e contro la controllata Cin (ex Tirrenia) per quanto riguarda il trasporto merci da e per la Sardegna.

Come riportano i siti specializzati informazionimarittime.it e trasportoeuropa.it, le due compagnie di autotrasporto hanno scritto lettere infuocate lamentando che in più occasioni, affermano, si sono visti "ingiustificatamente negare l'imbarco dei proprio rimorchi sulle navi di Cin che effettuano, in regime di servizio pubblico, i collegamenti marittimi per il trasporto delle merci tra la Sardegna e la penisola italiana". I camionisti imputano a Onorato una "strategia di abuso di posizione dominante diretta ad estromettere dal mercato i concorrenti". 

L'origine dell'esclusione sarebbe, secondo i camionisti, da cercare nel fatto che le merci sarebbero passate con la compagnia concorrente Grimaldi. "È noto - scrivono le due compagnie di trasporto - che i comportamenti di Cin e Moby rappresentano una scellerata punizione attuata al fine di nuocere alla Lucianu, “colpevole” di avere recentemente optato per alcuni servizi di trasporto effettuati da una compagnia del gruppo Grimaldi".

L'accusa sarebbe aggravata dal fatto che Cin, ex compagnia di bandiera, ha, come Toremar, l'obbligo di continuità territoriale.

A stretto giro è arrivata la risposta di Onorato. L'amministratore delegato di Tirrenia, Massimo Mura ha commentato: "le due aziende hanno semplicemente un rapporto commerciale come tutte le altre imprese, ossia un rapporto commerciale individuale che si sviluppa e dove si usano parametri che ciascuna azienda ha in termini personalizzati".

Mura parla di un "semplice ritardo nell'arrivo del mezzo al porto di partenza. Succede che se i mezzi arrivino con particolare ritardo rispetto a quanto richiesto può accadere l'eccezionalità che il carico non possa essere gestito. Tenga presente che nella stessa giornata l'azienda Lucianu ha chiesto l'imbarco di sei rimorchi su varie rotte, quindi su sei richieste nella stessa giornata cinque sono state soddisfatte e una no. Se ci fosse stato un pregiudizio verso la società non ne avremmo imbarcati sei su sei".

Sul fronte elbano si attende a giorni la pronuncia dell'Antitrust sulla concentrazione di traffico in mano a Onorato sulla tratta Portoferraio - Piombino (se sia sopra o sotto il livello di posizione dominante), pronuncia attesa anche dalla stessa Autorità Portuale che ha recentemente posticipato a fine mese l'assegnazione degli slot per la prossima estate.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha emesso un nuovo codice giallo per il proseguire di temporali forti su parte della costa toscana e isole
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

DISSALATORE

Attualità

Cronaca

Attualità