QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 6° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 23 gennaio 2019

Politica mercoledì 28 novembre 2018 ore 18:40

Banfi: "La Gat deve proseguire il suo lavoro"

Angelo Banfi

Per Banfi Capoliveri è al momento l'unico Comune in grado di sostenere le attività della gestione associata per il turismo grazie alla sua struttura



PORTO AZZURRO — A sostegno del sindaco di Capoliveri e della continuità della gestione associata nell'ente comunale di Capoliveri arriva anche un intervento di Angelo Banfi, funzionario che conosce bene la pubblica amministrazione e che ha anche avuto esperienze di amministrazione pubblica importanti.

"L’esperienza di molti anni di funzionario, di Amministratore pubblico e ora cittadino attento ai problemi elbani - scrive Angelo Banfi - mi ha spinto ad intervenire sulle vicende accadute prima e dopo l’ultima assemblea della Gat. Ho partecipato come amministratore pubblico sin dalle origini di questo organo di indirizzo turistico e a più riprese il problema dell’unanimità è sorto, ma il buon senso e l’elbanità dei presenti ha consentito che comunque il tutto proseguisse , in fondo è una nuova organizzazione istituita dopo un buco di anni di promozione turistica pubblica e quindi il suo modo operandum era ed è tutto in fase di continuo miglioramento".

"Una considerazione su come funziona la Gat va fatta; - sottolinea Banfi - ritengo che non tutti i presenti, e mi rivolgo agli ultimi arrivati, siano consapevoli di che fatica abbiamo fatto per farla operare. Quando fu deciso di nominare il Comune di Capoliveri come capofila Gat era perché aveva una strutturazione tale (e non me ne vogliano gli altri Comuni e credetemi da longonese lo dico con un po’ di rammarico) da essere in grado di assumersi l’onere contabile ed organizzativo della nuova complessa macchina burocratica che permetteva a noi Comuni di avere qualche disponibilità economica concreta. Condizione, che ieri ed ora, non vedo in nessun altro Ente elbano e quanto meno nel Comune del Sig. Sindaco che si è alzato e se ne è andato indispettito".

"Ritengo sia giunto il momento di cambiare le regole, - sottolinea Banfi - in democrazia la maggioranza impone gli indirizzi, quindi gli argomenti che propone l’assemblea vanno votati e decisi, chi non ci sta può anche uscire, ma la Gat deve continuare il suo operato per il bene dell’isola d’Elba".

"Qui non siamo in una città dove c’è una pluralità di attività, - spiega Banfi - qui c’è solo il turismo e se si ferma è un guaio per tutti. Questa organizzazione sicuramente potrà funzionare meglio ma comunque, bene o male e con il consenso più o meno di tutti, ha continuato e ritengo deve continuare il suo cammino forse con qualche piccola modifica di buon senso ma continuare".

"Apprezzo gli interventi di Franco De Simone - aggiunge Banfi - che tocca i punti dolenti dell’organizzazione elbana e di Luigi Lanera quando dice 'che le produzioni agricole locali siano parte integrante di una promozione turistica' '' .

"Concludo ribadendo che in queste riunioni a volte per risolvere i problemi ci vuole un po’ di umiltà - spiega Banfi - e buon senso e comunque volere bene al proprio territorio, di professori non ne abbiamo proprio bisogno bastiamo noi che quotidianamente calpestiamo il suolo dell’isola anche con tutti i nostri limiti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità