Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Attualità mercoledì 15 maggio 2024 ore 10:04

Telemedicina potenziata, prima riunione

Foto di repertorio

Digitalizzazione e innovazione grazie al progetto Tuscany Health Ecosystem, coordinato per lo “Spoke 10” dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa



PORTOFERRAIO — Muove i primi passi l’implementazione dei servizi di Telemedicina all’Isola d’Elba, grazie al progetto “THE” (“Tuscany Health Ecosystem”), coordinato per lo “Spoke 10” (“Ecosistemi in Sanità”) dalla Scuola Superiore Sant’Anna, con la responsabilità scientifica della rettrice Sabina Nuti.

Come si legge in una nota della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in questi giorni si è svolta la prima riunione operativa, nella sede del distretto dell’Azienda USL Toscana nord ovest a Portoferraio, con la partecipazione di figure chiave nel campo della salute, segnando un ulteriore passo nella digitalizzazione e nell'innovazione del Sistema Sanitario Toscano.

La riunione è stata coordinata dal direttore della Zona Distretto Elba Fabio Chetoni e dal docente della Scuola Superiore Sant'Anna Alberto Giannoni, in qualità di responsabile per i progetti della Scuola Superiore Sant’Anna dedicati all’Isola d’Elba. 

L’obiettivo dell’incontro era la discussione e la definizione della struttura e dell'organizzazione degli ambulatori virtuali e dei servizi di telemedicina che saranno sviluppati sull’Isola d’Elba. In questo senso, il direttore della struttura di Medicina interna dell’ospedale di Portoferraio Riccardo Cecchetti e il responsabile della struttura di presa in carico dell'insufficienza respiratoria Guido Vagheggini hanno già creato le premesse per una maggiore integrazione tra ospedale e territorio, coinvolgendo i medici di medicina generale e gli infermieri ospedalieri, ambulatoriali e di comunità.

La creazione di servizi su più livelli, sfruttando le competenze di figure complementari nell’ambito della salute, consentirà in futuro di migliorare l'accesso alle cure mediche per i pazienti dell’Isola d’Elba, soprattutto per coloro che hanno difficoltà di mobilità, oltre a ottimizzare le attuali risorse sanitarie.

Alla riunione erano presenti, oltre alla coordinatrice del servizio Supporto amministrativo di Zona Distretto dell’Elba Maria Canovaro, anche il coordinatore dei Medici di medicina generale - AFT Elba Amerigo Mattera, il dirigente della professione infermieristica e degli operatori socio-sanitari ospedalieri e del territorio della Zona Elba Andrea Caiazzo; Goffredo Sani, Paola Galeazzi, Ornella Fabozzi, Lucia Gardelli, i coordinatori infermieristici di ospedale, ambulatorio e servizi territoriali.

Le figure infermieristiche dell’Isola d’Elba saranno supportate nelle attività da Angela Durante e Francesca Moschetti, rispettivamente ricercatrice e studentessa PhD della Scuola Superiore Sant’Anna.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno