Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:45 METEO:PORTOFERRAIO16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 20 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità mercoledì 09 dicembre 2020 ore 18:44

Recupero ecoballe, task force prorogata

Una ecoballa recuperata
Una delle ecoballe recuperata da un peschereccio

Nonostante l'importante lavoro coordinato dalla Protezione civile nazionale restano ancora da recuperare 24 ecoballe. Ristori per i pescatori



PIOMBINO — Nonostante lo stop dei giorni scorsi nella ricerca delle balle di rifiuti disperse al largo dell'isolotto di Cerboli, dal ministero dell'Ambiente arriva la notizia che la task force per la ricerca ed il recupero delle ecoballe è stata prorogata ed i pescatori insieme alla Guardia costiera svolgeranno un ruolo determinante.

"Come precedentemente comunicato dalla Protezione Civile, sono terminate le operazioni per la rimozione delle balle di combustibile solido secondario, disperse, nel 2015 dalla motonave Ivy, nei fondali del Golfo di Follonica. - si legge infatti  in una nota del ministero dell'Ambiente - L’intervento, iniziato il 6 Agosto, ha permesso il recupero di 15 ecoballe dai fondali, che insieme alle 17 spiaggiate o recuperate incidentalmente da pescatori nel corso degli anni, porta il totale a 32 balle di combustibile recuperate dal mare. Altre 24 ecoballe permangono disperse. Chiaramente le condizioni meteorologiche e la stagione particolarmente avversa non consentono il prosieguo delle operazioni ma, nel contempo, non possiamo consentire che il golfo e il mare rischino una contaminazione da sfaldamento e una dispersione incontrollata della plastica contenuta nelle cosiddette ecoballe". 

Dal ministero dell'Ambiente inoltre spiegano che "per tale motivo abbiamo chiesto e ottenuto che per altri sei mesi sia ancora aperta l'assistenza e il ristoro per i pescatori del Golfo di Follonica. Sarà il Ram, il Reparto ambientale marino della Guardia Costiera, a seguire con la massima attenzione ogni possibile avvistamento. Nel contempo, stanno partendo in questi giorni i bonifici per le imprese di pesce che hanno collaborato nei mesi scorsi al recupero delle ecoballe".

"La tutela del mare è una nostra priorità - ha dichiarato il ministro Sergio Costa - e la vicenda del Golfo di Follonica, rimasta dimenticata per anni è per noi fondamentale. Ringrazio ancora l'ammiraglio Aurelio Caligiore che, da quando sono diventato ministro, ha seguito fin dal primo momento tutta la vicenda, e continuerà anche in questa fase a svolgere un ruolo propulsivo e di coordinamento". 

"Non abbasseremo la guardia per proteggere il più possibile il mare, tutto l'ecosistema e l'economia che da esso deriva", ha concluso il ministro Costa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La strada che taglia in due la parte ovest potrebbe essere riaperta a senso unico alternato. I lavori dureranno circa quattro mesi
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Toscani in TV

Attualità

Attualità