QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°23° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 24 agosto 2019

Cultura sabato 16 maggio 2015 ore 12:00

"Per la cultura i Comuni devono fare di più"

L'associazione Italia Nostra analizza il rapporto fra turismo e cultura sulla nostra isola e chiama le amministrazioni ad un maggiore impegno



PORTOFERRAIO — "Perché ai turisti dovrebbero interessare Arte e Cultura?

All’Elba abbiamo eccellenze nell’Arte e Cultura, ma spesso siamo più bravi a
mortificarle che a promuoverle
. Siamo tutti d’accordo che il modello turistico elbano tradizionale è ormai diventato obsoleto. Oggi la Cultura assurge a interesse quasi esclusivo (insieme con la Natura), relegando il fattore “mare/caldo/sole” a valore marginale. 

Non abbiamo più bisogno della bella stagione, ma dobbiamo tirarci su le maniche per valorizzare un settore finora trascurato. Abbiamo però generato un paradosso: la promozione della nostra isola sta diventando più avanzata di quanto i nostri amministratori non siano preparati a mettere in pratica

L’isola non è pronta per un turismo principalmente basato sulla Cultura. Italia Nostra suggerisce allora che la Gestione Associata elabori alcuni progetti pilota, a titolo di esempio, in corresponsabilità con tutti i Comuni, uniti nell’elaborazione di una idea che comprenda collegamenti con tante altre realtà storiche, mineralogiche, archeologiche, artistiche già esistenti e disseminate all’Elba o addirittura presenti anche nell’Arcipelago Toscano: progetti che facciano da motore per trainare il resto dell’isola, o delle isole, “insieme”. 

C'è Arte e Arte?

Il compito di Italia Nostra Onlus non si esaurisce nel salvare dall’abbandono e dal
degrado monumenti antichi o bellezze naturali; l’associazione persegue un nuovo modello di sviluppo, fondato sulla conoscenza e valorizzazione dell’inestimabile patrimonio culturale e naturale italiano, capace di fornire risposte in termini di qualità del vivere e di occupazione. 

È alla qualità della vita per noi stessi che pensiamo, e di conseguenza, l’Arte e la Cultura, nelle tante forme e manifestazioni, possono svilupparsi 

Quale Arte? 

A volte i nostri amministratori stentano a rendersi conto delle potenzialità di molte idee o realtà, perché manca una visione d’insieme. La consapevolezza di offrire ai turisti “Arte e Cultura” comporta chiaramente una migliore gestione promozionale. Ma, prima ancora, Arte e Cultura passano anche dal servizio di accoglienza sugli impresentabili porti di Piombino e Portoferraio, dalle strade, dalle aiuole e dai nostri parchi, dalla manutenzione dei nostri paesi e degli spazi pubblici, dal nostro ospedale, da orari chiari, servizi decorosi, da stazioni e fermate di treni e bus civili, da navette marittime, da professionalità eccellenti; dalla conoscenza delle lingue, dall’apertura al volontariato, dal biglietto unificato dei musei e aree di interesse, dalla nuova concezione dei musei e dell’arte...

Cosa possono fare l'Arte e la Cultura per diventare più attrattive per i turisti?

Un prodotto per essere attrattivo deve essere interessante per il proponente stesso. Non è pensabile fare pubblicità alla nostra cultura se prima non si creano le basi, solide, per essa. Questo significa potenziare e valorizzare la scuola, formare i giovani a dialogare con un futuro di grande spessore che li può vedere protagonisti; non confinare l’arte e la cultura ai musei o alle mostre, ma allargare la visione del benessere generale a tutto quello che circonda i nostri luoghi; tendere alla qualità della vita. 

La percezione del nostro stato di cose è stata indagata da Italia Nostra con gli studenti di tutte le scuole superiori elbane: appare evidente una percezione critica dell’impegno dei nostri amministratori, la preoccupazione dei giovani verso la realtà in cui viviamo e il profondo amore per il proprio paese. La fascia d’età comprende ragazzi tra i 15-19 anni, nuovi elettori e prossimi protagonisti del nostro futuro.

Come integrare Arte, Cultura e Turismo per formulare proposte vincenti?

Di argomenti eccellenti l’Elba è ricca. Il visitatore ne rimane sopraffatto, perché di solito arriva impreparato. Questi argomenti, se inseriti in una rete locale, potrebbero far parte di iniziative nazionali, europee o internazionali. È da ricordare tuttavia che programmi quali ad esempio l’Unesco (polo di attrazione per un flusso turistico garantito e continuo), comportano anche obblighi e doveri, non solo riconoscimenti. 

Non ultima merita di essere evidenziata anche la necessità di un’apertura al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Il Parco non si occupa solo di natura, ma anche di cultura: l’attuale restauro della Rocca del Volterraio ne è un emblematico esempio. Anche la nascita di un Geoparco Minerario va in questa direzione. Non si può pensare di integrare Cultura e Turismo se prima non si accetta di creare una solida realtà unica per l’isola d’Elba, e perfino di tutto l’Arcipelago Toscano".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità