comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°26° 
Domani 25°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 05 agosto 2020
corriere tv
Passo dello Stelvio: 30 centimetri di neve a inizio agosto

Politica mercoledì 25 febbraio 2015 ore 11:41

Pellegrini:"Organizzazione del Comune illegittima"

Il gruppo consiliare Cosetta Pellegrini presenta un'interpellanza sugli ulteriori sviluppi della riorganizzazione del personale del Comune.



PORTOFERRAIO — "Nel corso del mese di febbraio, forse per rispondere ai quesiti posti, sono stati pubblicati all’Albo Pretorio, in modo confuso e senza alcun ordine cronologico, delibere e decreti di conferimento di incarichi per Responsabili di Servizi, e Coordinatori di Area.Colpisce in maniera particolare il fatto che a questi ultimi siano state conferite mansioni assimilabili a quelle di una posizione organizzativa o di un dirigente, quando non risulta che il Comune di Portoferraio sia privo di Dirigenti. Non solo: i dipendenti vengono esposti in questo modo a rischi rilevanti, senza avere adeguata copertura assicurativa e svolgono di fatto mansioni superiori, che potrebbero essere contestate all’Ente, con evidenti profili di danno erariale. 

La Delibera di Giunta che dà indirizzo di nominare i coordinatori di area, poi, è addirittura stata pubblicata successivamente ai decreti di nomina, quindi non era ancora esecutiva quando sono stati emessi i decreti di incarico. Si sono quindi invertiti i corretti procedimenti amministrativi e si è stravolto il giusto iter procedurale, con ciò rendendo palesemente illegittimo tutto quanto è stato deliberato o decretato.

Un dipendente ci risulta abbia fatto rilevare le diverse incongruenze dei provvedimenti e la dubbia legittimità degli stessi, in particolare con riferimento a quanto stabilisce il TUEL agli art. 107 e 109 relativamente alle funzioni e conferimento incarichi della dirigenza, oltre alla mancata corresponsione della retribuzione aggiuntiva che spetta a chi svolge compiti di Posizione Organizzativa e relativa copertura assicurativa per tutelare il dipendente che si assume responsabilità penali, civili e amministrative, oltre che contabili e patrimoniali.

Lo stesso dipendente ha chiesto, correttamente e nel rispetto della legge, la revoca del decreto che lo riguarda. Incredibilmente, per tutta risposta, è stato pubblicato un nuovo decreto del Sindaco, il n° 4413, in cui, nel conferire l’incarico ad interim della Dirigenza dell’Area 2 ancora al Segretario Generale, si denuncia e quasi si mette alla berlina il Dipendente, con nome e cognome reso pubblico, per aver rifiutato la nomina e per essere in malattia, lasciando intendere che la malattia sia funzionale alla non accettazione della nomina e quindi del tutto strumentale.

Così agendo, si presume siano stati violati non solo gli artt. 107 e 109 del TUEL, spesso citati nei decreti del Sindaco, ma sono stati violate tutte le norme in materia di privacy e persino i regolamenti interni. L’attacco rivolto al dipendente, poi, appare di tale offensività, da restare letteralmente sbigottiti. Tutto ciò premesso, si interroga il Sindaco per sapere:

1.Quali provvedimenti intenda assumere per ripristinare una situazione di palese
illegittimità e tutelare l’Amministrazione da possibili richieste di risarcimento danni e/o corresponsione di retribuzioni aggiuntive, di cui non si esistono (perché non possono esistere) coperture in bilancio;

2. Come intenda rimediare al danno arrecato ingiustamente ad un pubblico dipendente, con comportamenti palesemente contrari alla legge;

3. Quando e come intenda far cessare la incredibile situazione del comune di Portoferraio, nella quale i dirigenti di ruolo sono comandati altrove o posti in incarichi di nessuna attinenza con il loro ruolo, il segretario generale svolge mansioni dirigenziali, condivise con personale di livello inferiore che non può assolutamente svolgerle; tutto il sistema dei controlli, soprattutto relativi all’anticorruzione, è inficiato dal fatto che il controllore controlla se stesso e le procedure di verifica, pertanto, sono solo teoriche e sulla carta, in chiara violazione di norme imperative di legge e delle buone regole di comportamento dettate dall’Autorità Anticorruzione".



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Politica