QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 22 febbraio 2019

Attualità giovedì 18 luglio 2013 ore 16:30

Parte l'esperienza delle boe di Pianosa. Ieri l'inaugurazione



PIANOSA - Sono partite ieri mattina con a bordo autorità e giornalisti della stampa locale e nazionale le due motovedette di Capitaneria e Guardia Forestale dell’Isola d’Elba alla volta di Pianosa per l’atteso appuntamento con l’inaugurazione dei cinque punti boe di ormeggio per i diving center dell’Arcipelago Toscano. Un vero e proprio evento che dà vita ad un’apertura di tipo sperimentale del Parco all’esplorazione dei fondali di una delle isole più affascinanti del Tirreno. Fra le autorità c’era il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri, l’assessore al Turismo del Comune di Campo nell’Elba Lorenzo Baldetti con Yuri Tiberto, il presidente del Coordinamento Elbano Diving Simone Innocenti, il campione di immersioni subacquee Renzo Mazzarri, i cmandanti dei Corpi di polizia dell’Isola d’Elba. Al seguito tre imbarcazioni diving che hanno dato la propria disponibilità a traghettare fino a Pianosa gli operatori del settore, guide sub, istruttori, titolari di diving center interessati ad aderire al progetto boe. Tre i punti di immersione posti ad ovest dell’Isola, rispetto ai quattro attualmente disponibili, che sono stati visionati dai sub che hanno partecipato all’evento inaugurale e per tutti è stata una grande meraviglia. Si parla di scenari mozzafiato, per flora e fauna, oltre all’incredibile trasparenza delle acque. Alcune immagini sono state riprese dagli operatori tv di Rai Tre e presto saranno visibili sul telegiornale locale e nazionale. E non sono mancati neppure taglio del nastro e brindisi nei pressi di uno dei punti di immersione, per la gioia collettiva. Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Parco Sammuri che ha ricordato il lungo iter che è stato reso necessario per la realizzazione di questo progetto sperimentale. Un progetto che sarà sottoposto a costante monitoraggio per verificare che l’incontro ravvicinato fra uomo e ambiente si traduca in una grande esperienza di rilancio del frande patrimonio dell’arcipelago, senza, però, dimenticare la necessità di preservare il bene più grande che è l’ambiente.


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità