Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:00 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 17 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Vaccino obbligatorio per la tutela di tutti»

Politica sabato 26 luglio 2014 ore 17:33

Obiettivo, la valorizzazione della "Villa Romana delle Grotte"

Il sito della Villa Romana delle Grotte

Il vicesindaco Marini punta all'inserimento del sito archeologico in un circuito turistico e culturale



PORTOFERRAIO — "La villa Romana delle Grotte va sostenuta e pubblicizzata" A dirlo a chiare lettere è il vicesindaco di Portoferraio Roberto Marini. 

"Dopo l'entusiasmo della riapertura del 18 Maggio tutto si basa
ancora sul volontariato delle ragazze di Archeo Color. - dice Marini - E' mia intenzione, quale assessore alla cultura, e dell'amministrazione tutta, dedicare maggior attenzione a questo importantissimo sito archeologico. 

Il luogo deve essere inserito in un sistema museale che unisca tutti i siti e i musei di Portoferraio stabilendo un unico ticket per i nostri ospiti che permetterà di poter visitare la Villa delle Grotte, il Museo della Linguella, le Fortezze e, previo auspicato recupero, l'area dell'ex " Lazzeretto" . 

Andando oltre, riuscire, in accordo con la Soprintendenza, - prosegue Marini - ad inserire nel circuito anche le residenze Napoleoniche e oltre.

Infatti é attraverso il settore della cultura che possiamo definire un
percorso. Bisogna ripensare il modo di fare turismo, pensare all'isola d'Elba non dovrà più voler dire pensare esclusivamente alle bellezze naturalistiche, ma all'Elba Parco Culturale, puntando a valorizzare e sfruttare turisticamente il nostro patrimonio millenario. 

Ragion per cui il sito archeologico va inserito nei flussi turistici e il tutto va organizzato e pianificato con la collaborazione del territorio.

La villa romana delle Grotte non ha niente da invidiare agli altri siti
archeologici presenti in Toscana, dice Luisa Quaglia, archeologa e volontaria. Pensate che 2000 anni fa fra questi giardini, in questi corridoi ci passeggiava Ovidio ospite della famiglia dei Valerii prima del suo esilio sul Mar Nero.

Ora se non ci fossero i volontari, a cui va tutto il nostro ringraziamento, non sarebbe possibile tenerlo aperto. Mancanza di una pubblicità adeguata, segnaletica che lo indichi, parcheggio sterrato e pieno di buche. 

Molto importante sarebbe per noi in questa fase, un allaccio all'energia elettrica per illuminarlo. Vi immaginate lo spettacolo che si vedrebbe da Portoferraio di sera! - sottolinea il vicesindaco di Portoferraio - In questo modo si attirerebbero molto più visitatori".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questo il bilancio dei nuovi casi positivi al Coronavirus registrati sull'isola nelle ultime 24 ore. Oggi non sono stati effettuati tamponi
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità