QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10°13° 
Domani 12°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 23 febbraio 2020

Attualità sabato 28 settembre 2013 ore 09:10

Mare Sicuro 2013, la Capitaneria "Bilancio positivo, meno incidenti del 2012"



ISOLA D'ELBA - Intensificazione dei controlli ed azioni mirate di sensibilizzazione degli utenti ai comportamenti da assumere in mare, questi gli strumenti che hanno consentito alla Guardia Costiera dell’Isola d’Elba di ottenere ottimi risultati sul fronte della sicurezza nella fruibilità di coste e spiagge intorno all’Elba e nell’arcipelago toscano. Lo ha confermato il comandante della Capitaneria di Porto di Portoferraio Andrea Santini, nell’illustrare i risultati dell’operazione Mare Sicuro 2013. “E’ un bilancio molto positivo il nostro – ha detto Santini - che ci consente di dire che questa stagione turistica, da poco conclusa, è stata in termini di risultati migliore del 2012. Abbiamo agito intensificando i controlli sui nostri litorali avvalendoci di tre unità – i gommoni GC 310, 097 e 131 – che si sono andate ad affiancare alle motovedette già in servizio su tutta la costa. E questo, unitamente alla intensa campagna di sensibilizzazione effettuata nelle scuole dell’isola, con i diving del territorio e attraverso i media sui comportamenti da tenere in mare, ha fatto sì che quest’anno si sia ridotto notevolmente il numero degli incidenti in mare rispetto al passato”. La capitaneria ha soccorso 40 persone, durante i mesi estivi e 12 unità in mare. I suoi interventi, anche per reprimere comportamenti scorretti, quali ad esempio pesca di frodo, mancato rispetto delle distanze dalla costa o dei perimetri delle aree marine sottoposte a tutela, si sono svolti intorno all’isola d’Elba ma anche su Montecristo – una volta alla settimana – e sull’Isola di Pianosa, quest’anno interessata anche dalle immersioni subacquee autorizzate. “Fondamentale – ha detto Santini – è stato anche l’attuazione del progetto Bollino Blu del Ministero, che ha consentito alle unità di effettuare verifiche sui natanti e rilasciare, in caso di assenza di infrazioni, gli appositi bollini che escludevano così il ripetersi di analoghi controlli sugli stessi mezzi. E sono stati 350 i bollini assegnati dalla Guardia Costiera”.


Tag

Coronavirus: la mappa del contagio

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità