Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO19°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 21 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Kabul, una troupe di giornalisti viene aggredita durante una protesta per i diritti delle donne

Attualità giovedì 16 agosto 2018 ore 08:22

Un romanzo "noir" ambientato all'Elba

Vito Ribaudo

Venerdì 17 Agosto al Cotone, alle ore 21,30, il giornalista, fotografo e scrittore Giuseppe Di Piazza presenta L’elbano, con l’autore Vito Ribaudo.



MARCIANA MARINA — . È «un nido di sassi e di mare»; un’isola che «non è un’isola», ma una «propaggine di territorio che ha scelto di andare alla deriva [...]. Respira mare ma si ciba di terra. È asciugata dal sole e dal vento, ma sa raggiungere freddi degni dell’Appennino appena le rampe si fanno secche. È uno scoglio ferroso che tiene lontane le scosse telluriche».

Questa è l’Elba per Vito Ribaudo, da anni frequentatore assiduo dell’isola, che ha deciso di ambientarvi il suo nuovo romanzo noir, L’elbano. In particolare a Capoliveri, perché è proprio là che nel 2014 scaturì l’idea per il libro, a causa di una breve stagione di vento gelido che modificò l’ordinaria percezione dell’Elba come luogo di sole e mare.

Venerdì 17 Agosto, nel quartiere del Cotone, alle ore 21,30, il giornalista, fotografo e scrittore Giuseppe Di Piazza presenta L’elbano, con l’autore Vito Ribaudo.

Nel romanzo la natura spettacolare e la dolce tranquillità vengono turbate da eventi inquietanti: un personaggio anonimo si aggira tra i chiassi di Capoliveri, progettando omicidi. La scomparsa di tre turisti costringe il dottor Carlo Delta, prossimo alla pensione, a confrontarsi con un passato che ritorna inatteso e violento. Una storia divisa in quattro parti, ciascuna introdotta da una poesia di Eugenio Montale, che si muove tra tensione, vita quotidiana elbana ed efferati delitti. L'Elba, con i suoi profumi e i suoi squarci, rimane comunque la vera protagonista: un paradiso terrestre contaminato dall’infernale sete di vendetta dell’elbano, che porterà tutti i personaggi del libro a trovarsi faccia a faccia con il male.

Vito Ribaudo, 47 anni, sposato con Vittoria e padre di Giulia, Beatrice ed Elisa. Milanese di nascita e siciliano per affetto e origini, direttore del personale di RCS MediaGroup Italia. Ha pubblicato i romanzi Una grande opportunità (Rizzoli, 2015), che gli è valso il premio letterario nazionale "Lago Gerundo", e L’elbano (Morellini, 2018). Con Massimo Laganà ha scritto per l’antologia Vinyl un racconto su De Gregori. Ora è tra gli autori, ancora a quattro mani con Laganà, di On the radio con un racconto sul derby vinto dal Toro nel 1983.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non ci fu nessun abuso d'ufficio. Questo è quanto emerso in merito alle indagini su un falso rudere che coinvolse l'ex sindaco e altre tre persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità