QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 10°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 dicembre 2018

Attualità martedì 04 dicembre 2018 ore 18:00

Marciana Marina primo Comune elbano "plastic free"

Veduta di Marciana Marina

Da Aprile 2019 stop a vendita e uso di stoviglie monouso, anche in occasioni di feste e sagre, il Comune dichiara "guerra" alla plastica monouso



MARCIANA MARINA — Il primo Comune “virtuoso” all’Elba e fra i primissimi in Toscana, Marciana Marina dichiara guerra alla plastica usa e getta. Saranno banditi dal 2019 alcuni prodotti monouso come piatti, bicchieri, posate, cannucce, bastoncini cotonati, sacchetti, sia in occasione di sagre e manifestazioni pubbliche che per la rivendita e il trasporto di prodotti alimentari e bevande altri prodotti commerciali o artigianali. 

Un provvedimento tempestivo, pienamente in linea con le buone pratiche europee per un pianeta “plastic free”, in considerazione dell’allarme mondiale secondo il quale il 70 per cento dei rifiuti marini è rappresentato proprio da questa categoria di spazzatura. E’ di qualche giorno fa, infatti, la decisione del Parlamento europeo di vietarne il consumo entro il 2021. 

Di fronte ad una politica di abuso delle risorse del nostro pianeta, che se continuerà sarà irreversibile, il concetto di “Circular Economy” dove le parole chiave saranno: riduzione, recupero, riciclo, rigenerazione e riuso, sta entrando a far parte della coscienza di tutti i cittadini. Quelli marinesi saranno fra i primi a raccogliere questa sfida “epocale”.

Marciana Marina che dal mare e dalla terra trae da secoli cultura, tradizioni e ricchezza - ha dichiarato il Sindaco Gabriella Allori - non può rimanere indifferente di fronte ad un pericolo incombente dovuto al degrado ambientale provocato dall’uso sconsiderato di materiali che non sono biodegradabili e che rischiano di mettere in crisi l’intero ecosistema delle Isole, territori ancora più fragili rispetto a quelli continentali. La 'rivoluzione plastic free' è ormai iniziata e dobbiamo scendere tutti in campo: dai ricercatori che nei laboratori delle università più prestigiose sono al lavoro per cercare di trovare una soluzione al problema, ai provvedimenti coraggiosi delle Istituzioni che, attraverso meccanismi premianti e campagne di informazione, facilitino un’inversione di tendenza, alla scuola che educhi fin dalla più tenera età al rispetto della natura".

L’ordinanza, pubblicata all’Albo Pretorio in data 3 Dicembre 2018, che ha come obiettivo la minimizzazione dei rifiuti, l'incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell'impatto ambientale, avrà efficacia trascorsi 120 giorni dalla pubblicazione per consentire lo smaltimento di tutte le scorte attualmente nei magazzini. 

A partire da Aprile 2019, quindi, Marciana Marina offrirà agli abitanti ed ai turisti un territorio ancora più pulito ed incontaminato, all’insegna della bellezza e del rispetto. Nell’ordinanza si legge che l’Amministrazione intende diminuire la percentuale di rifiuti dannosi per l’ambiente, a favore di utensili riutilizzabili; diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili (petroli) favorendo l’utilizzo di materie prime rinnovabili quali le ‘“bioplastiche”; salvaguardare l'ecosistema quale fonte di inestimabile ricchezza; orientare e sensibilizzare la comunità verso scelte e comportamenti consapevoli e virtuosi in campo ambientale. 

L’Amministrazione, inoltre, si prefigge di assumere le iniziative finalizzate alla riduzione al minimo dell’utilizzo di sacchetti monouso per la spesa non biodegradabili, di qualsiasi materiale essi siano, fino a giungere alla loro completa eliminazione, disciplinando le modalità di asporto di cibi, alimenti, beni e merci di vario genere.

La decisione dell’Amministrazione di Marciana Marina – spiega l’Assessore all’Ambiente Donatella Martorella - è coerente con le posizioni dell’Anci, l’Associazione dei Comuni Italiani che proprio in questi giorni ha lanciato due importanti iniziative di sensibilizzazione, che hanno come obiettivo il rispetto dell’ambiente e la qualità della vita per le future generazioni: la prima è, appunto, la Campagna Plastic Free contro gli oggetti monouso, mentre la seconda riguarda l’implementazione e la salvaguardia del verde pubblico. Rispettare la bellezza del nostro territorio evitando di usare prodotti che non siano biodegradabili è un dovere per i cittadini e per coloro che vengono a condividere con gli Elbani questo patrimonio inestimabile. Abbiamo in programma altre campagne di educazione ambientale, grazie anche al coinvolgimento di Associazioni ambientaliste, coinvolgendo i cittadini e le scuole, i comitati e le associazioni perché curare il verde o il paesaggio è un modo per rafforzare il senso di comunità, un’occasione per prendersi cura tutti insieme del nostro irripetibile 'Scoglio' ”



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità