Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:PORTOFERRAIO25°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 25 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Incendi nell'Oristanese, fiamme alte e gente in strada a Porto Alabe: centinaia di evacuati

Attualità venerdì 21 agosto 2020 ore 09:00

Accordo per il depuratore, Legambiente soddisfatta

marciana marina
Marciana Marina

Il Cigno verde commenta l'accordo fra Comune e Asa: "Ottima notizia, finalmente. Ora pensare all’economia circolare dell’acqua all’Elba".



MARCIANA MARINA — Dopo l'annuncio dell'avvio dell'iter per la convenzione per porterà alla realizzazione del depuratore a Marciana Marina (leggi qui l'articolo), Legambiente Arcipelago toscano interviene con una nota per commentare la notizia.

"L’accordo tra Comune e Asa per il ciclo delle acque e il depuratore a Marciana Marina è un'ottima notizia - si legge nella nota dell'associazione ambientalista - che premia una lunghissima battaglia di Legambiente Arcipelago toscano e Goletta Verde, iniziata nel 1993 quando denunciarono lo stato indecente delle condotte di scarico sottomarine che portavano – e in buona parte ancora scaricano – i reflui urbani in mare. Da allora la situazione è migliorata con la realizzazione di nuove condotte e di qualche impianto di depurazione come quello di Schiopparello, ma un Comune come Marciana Marina è ancora privo di depuratore e altre località sono servite da impianti ormai fuori norma secondo le stesse Autorità idrica toscana e ASA, che valutano il deficit depurativo dell’Elba intorno al 40 per cento. Una situazione che abbiamo fatto presente anche al ministro dell’ambiente Sergio Costa durante la sua recente visita all’Elba e il ministro ha invitato i Comuni a presentare progetti per accedere ai finanziamenti".

"La situazione a Marciana Marina non era più tollerabile: da quasi 30 anni Goletta Verde trova dati fuori norma al troppo pieno del Moletto del Pesce, - commentano da Legambiente - dove anche i prelievi del luglio 2020 hanno dato un risultato 'fortemente inquinato'. Ha quindi fatto bene l’amministrazione comunale a insistere per avviare a soluzione un problema che nessuno finora sembrava voler affrontare se non con dei palliativi. Legambiente spera che questo accordo tra Comune e Asa sia attuato attraverso un coinvolgimento della cittadinanza e che sia il primo passo per risolvere gli evidenti problemi depurativi di cui soffre l’intera vallata Marcianese – a cominciare dai depuratori obsoleti e fuori norma di Marciana e Poggio – e di altre località elbane, per avviare quell’economia circolare dell’acqua della quale questa estate elbana insostenibile di assalto al mare, alle coste e alle risorse naturali sta dimostrando tutta la impellente necessità".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha emesso un avviso meteo per forte vento di Scirocco e mareggiate sull'Arcipelago e la costa sud della Toscana
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca