Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Sport venerdì 26 aprile 2024 ore 20:00

Rallye Elba, dopo due prove in testa Campedelli

Dopo le prime due prove speciali della prima giornata ecco chi domina nelle prime tre posizioni. Bettini il più agguerrito fra gli equipaggi locali



ISOLA D'ELBA — È iniziato nel pomeriggio di oggi 26 Aprile, il 57esimo Rallye Elba-Trofeo Bardahl.

Dopo lo Shakedown avvenuto questa mattina nella zona di Colle Reciso, nel pomeriggio la competizione sportiva ha preso il via da Portoferraio.

Dopo le prime due prove speciali "Capoliveri" e "Volterraio-Cavo" è in testa l'equipaggio Campedelli che domina su Albertini mentre al terzo posto c'è Michelini.

Dalle 17 di oggi è battaglia. Sfide alla distanza, sfide ravvicinate sulle intriganti strade del 57esimo Rallye Elba, gara di apertura della serie IRC. Partenza da Viale Elba in Portoferraio, poi via con il primo tris di “portate”, due passaggi a Capoliveri ed uno, temutissimo, sulla lunga “Volterraio” di quasi ventisette chilometri.

Dopo le prime due fatiche comanda Simone Campedelli, con Tania Canton sulla Skoda Fabia RS. Già vincitore nel 2022 e quest’anno protagonista del “tricolore” il romagnolo di dopo due “piesse” è davanti con 7”0 sui bresciani Albertini-Fappani (Skoda) e 7”7 sui lucchesi Michelini-Angilletta (Skoda). 

Non troppo lontano il savonese Fabio Andolfi (Skoda), affiancato dal livornese naturalizzato elbano Alessandro Floris e primo degli agguerriti equipaggi locali è il duo Bettini-Acri, al debutto con la Citroen C3, rimasti in forse per partire in gara a causa dei postumi di un infortunio ad una mano del driver di Portoferraio.

Intanto, si sono registrati i primi due ritiri “di nome”, quello del giovane Edoardo De Antoni, per la rottura di un disco freni (PS1) e del maremmano Leopoldo Maestrini (Citroen C3 rally), per un guasto nella seconda fatica cronometrata.


La bandiera di partenza è sventolata davanti al pubblico delle grandi occasioni, con il via dato insieme al sindaco di Portoferraio Angelo Zini, al consigliere regionale Marco Landi e soprattutto con la parlamentare europea Susanna Ceccardi.

Tutti hanno evidenziato la valenza della storica competizione elbana come veicolo per l’immagine del territorio e soprattutto come volano per l’economia turistica.

Prevista ancora un'altra prova per la giornata di oggi su Capoliveri che inizia alle 22.

Domani, sabato 27, la gara proseguirà con le restanti quattro “piesse” di forte impatto. Dove non mancherà la novità: quella della prova di Marciana Marina.


Si ripropongono le celebri prove del Monte Perone in direzione da nord verso sud, con la novità assoluta di un tratto di strada in uscita dall’abitato di Marciana Marina al via della prova chiamata “Marciana Marina-Marciana-Campo”, con partenza dal campo sportivo sulla SP25, in un tratto che non è stato percorso dalla gara per molti anni, una novità che ricorda gli indimenticabili anni ’80 della gara.


Si giunge poi all’intersezione con la “Civillina”, strada già percorsa in tutte le edizioni recenti dei Rallies dell’Elba per arrivare fino alle porte di Marciana e poi a Poggio, dove si incontra con la PS “Due Mari”. Si riprenderà la sfida dalle 9,15 per veder sventolare la bandiera a scacchi dell’arrivo dalle ore 16 sempre in Viale Elba a Portoferraio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

57esimo Rallye Elba-Trofeo Bardahl, primo giorno
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno