Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PORTOFERRAIO12°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sardegna, Arianna Meloni: «Hanno perso tutti, non Giorgia»

Attualità venerdì 03 febbraio 2023 ore 18:03

Alloggi del personale, "serve una rilevazione"

Federalberghi Confcommercio Elba avvia un percorso di analisi dei bisogni per poter trovare soluzioni d'intesa con i Comuni e gli enti preposti



ISOLA D'ELBA — "Negli ultimi anni nei settori del turismo, del commercio e del terziario, soprattuto durante la stagione estiva, si deve necessariamente e sempre di più ricorrere a lavoratori provenienti da fuori Elba ed anche dall’estero, in quanto la forza lavoro residente sull’isola non è assolutamente sufficiente".

A spiegare la situazione è Massimo De Ferrari, presidente di Federalberghi Confcommercio Isola d'Elba.

"Ogni azienda (non disponendo in proprio di un numero di posti letto - foresteriaadeguati per ospitare i dipendenti) è ricorsa a reperire alloggi ovunque, alloggi spesso assolutamente non adeguati alla necessità ed alle esigenze dei lavoratori, trovandosi costretta a volte a sospendere servizi non riuscendo a reperire collaboratori competenti. - prosegue De Ferrari - Non solo il settore “privato” ma anche quello pubblico si trova di fronte allo stesso problema: nella sanità, medici ed infermieri non vengono all’Elba perché non hanno alloggi o li trovano a prezzi inaccessibili; nella scuola si replica la stessa cosa con difficoltà a reperire insegnanti ed altro personale; analogamente questo si è concretizzato per addetti-autisti Autolinee Toscane (la nuova società che ha in gestione il servizio del trasporto pubblico su strada). Premesso quanto sopra per aprire un costruttivo dibattito con i Comuni, la Regione e le altre Amministrazioni risulta necessario e indispensabile rilevare le effettive necessità di alloggi determinate dall’esercizio d’impresa, sia questa turistica o commerciale".

"Le attività che hanno tali esigenze possono contattare i nostri uffici e verrà loro inviato un breve questionario da compilare, per consentire di potere affrontare, già dal corrente mese, il problema con gli Enti preposti, finalizzando l’interlocuzione a soluzioni differenziate. Alcune soluzioni potrebbero avere una realizzazione a breve termine, considerando che il problema è già stato esaminato negli anni passati ed ha ora assunto una rilevanza preoccupante, alter richiederanno tempi medio/lunghi perché probabilmente potranno trovare risposta solo attraverso la riconversione –rigenerazione di immobili esistenti o modifiche dei piani urbanistici. Chiediamo come Associazione la collaborazione di tutte le aziende interessate; la rilevazione è aperta a tutti, anche ai non associati", conclude De Ferrari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata di allerta arancione su costa e isole e nuovi disagi nei collegamenti marittimi fra Elba e Piombino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità