Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:40 METEO:PORTOFERRAIO22°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Buffon e la sconfitta dell’Italia: «Ieri un riscontro che non ci aspettavamo. Ecco cosa faremo contro la Croazia»
Buffon e la sconfitta dell’Italia: «Ieri un riscontro che non ci aspettavamo. Ecco cosa faremo contro la Croazia»

Politica martedì 05 novembre 2013 ore 18:30

In fuga dalla asl 6, il 33% dei pazienti in cura fuori dal territorio



FIRENZE «L’Asl 6 al centro di una crisi di fiducia col territorio. Nel 2012 il 33% dei ricoveri ospedalieri riguardanti residenti nell’Asl livornese è avvenuto fuori dal territorio dell’azienda sanitaria. In pratica 3 cittadini su 10 nell’ultimo anno hanno preferito farsi curare oltre i confini dell’Asl 6». È la dichiarazione del consigliere regionale di Più Toscana e membro della IV commissione Sanità, Gian Luca Lazzeri, che lancia l’allarme sul clima di diffidenza verso l’azienda sanitaria livornese. «Negli ultimi 2 mesi – sottolinea – ci sono giunte lamentele da persone costrette a lunghe attese per esami diagnostici. Dagli ultimi dati disponibili sul sito Asl 6, aggiornati a settembre 2013, risulta che i tempi d’attesa medi (esclusi gli esami per i quali sono attivi i protocolli “H 72” che permettono, in casi selezionati, l’erogazione della prestazione entro 72 ore) siano per una mammografia di 366 giorni, per un’ecografia all’addome di 167 giorni e 237 giorni per un ecocolordoppler dei vasi periferici. Ecco una dei motivi della crisi di fiducia dei livornesi verso la propria Asl. I dati della mobilità ospedaliera infatti parlano chiaro, nel 2012 sul totale dei 48.007 ricoveri ospedalieri riguardanti cittadini residenti nel territorio dell’Asl 6 ben 15.722 sono avvenuti al di fuori dell’azienda sanitaria. Di questi, 1.968, cioè più del 4% sono avvenuti in un presidio ospedaliero della stessa Area Vasta cioè nelle Asl di Pisa, Lucca, Versilia e Massa. Un numero, in proporzione, rimasto stabile rispetto al 2011 quando le “fughe” di ricoveri verso le Asl della stessa Av furono il 4,2%. In pratica l’emorragia di ricoveri verso Pisa, Lucca, Versilia e Massa è rimasta invariata. In crescita rispetto al 2011 il numero di residenti dell’Asl di Livorno che si sono fatti ricoverare in aziende ospedaliere di un'altra Av, passati dai 4,4 % del 2011 al 5% del 2012 con 2.383 unità. Il dato dei ricoveri dei livornesi fuori dai confini regionali invece nel 2011 è di 4.059 unità, cioè il 7,4% del totale di ospedalizzazioni dei residenti nel territorio dell’Asl 6. Mentre quello 2012 non è ancora disponibile. Ma se i livornesi hanno una crisi di fiducia verso le strutture sanitarie del territorio, non va meglio per chi non risiede nell’Asl 6 ma potrebbe gravitare in aree sanitarie limitrofe. A diminuire infatti è stata anche la capacità attrattiva dell’azienda livornese: se nel 2011 i ricoveri provenienti da altre Aree Vaste erano stati 1.215 unità nel 2012 la cifra scende a 1.011. Dati che vanno a braccetto – prosegue – con la diminuzione di posti letto ordinari e dimissioni. I primi calati di 3 unità dagli 829 del 2011 ai 826 del 2012, le seconde diminuite di 1.879 unità nel biennio 2011-2012. Segnali di sistema sanitario locale che arranca sempre di più nell’erogare servizi ai propri cittadini, che di conseguenza cercano risposte altrove con ripercussioni economiche sul bilancio dell’azienda sanitaria. Il confronto fra mobilità passiva, ovvero quanto l’Asl deve rimborsare ad altre strutture sanitarie per i servizi erogati ai propri cittadini, e mobilità attiva, cioè il rimborso che l’Asl riceve per servizi erogati a pazienti di altre aziende sanitarie parla chiaro: nel 2012 la passiva (111.075.404 di euro) era quasi 6 volte di più dell’attiva (15.004.027 di euro), per un saldo negativo di 96.071.377 di euro. Più Toscana nasce con una scelta di campo solidaristica per difendere gli interessi dei toscani e rispondere ai bisogni degli ultimi. In questo momento la fuga dall’Asl 6 è dovuta alle difficoltà sofferte dai livornesi come riportato dai recenti casi di cronaca. I tagli ai posti letto, non fanno altro che alimentare la fuga dei cittadini, a caccia di servizi in altre Asl, in un circolo vizioso dove la diminuzione di utenti rischierà di giustificare nuovi tagli».

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questa la causa più probabile del forte boato avvertito in modo forte all'Elba ma anche sulla costa toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Politica

Attualità