Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:00 METEO:PORTOFERRAIO12°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Devastanti incendi in Texas: chiuso l’impianto di armi nucleari vicino ad Amarillo

Politica martedì 23 aprile 2013 ore 09:50

Il Comitato del Sì "Prendiamo atto della sconfitta"



ISOLA D'ELBA - "Il Comitato prende atto della pesante sconfitta subita col Referendum del 21/22 aprile - scrivono i pormotori delo Sì - ma è comunque orgoglioso di aver prima proposto e poi dato vita ad un’ipotesi diversa di organizzazione amministrativa dell’isola d’Elba in linea coi tempi. Ma il popolo elbano ha detto no a larga maggioranza, con l’eccezione significativa di Portoferraio che induce a riflettere al di là dei numeri complessivi del risultato referendario. Non è certo dipeso da quei sindaci che hanno radunato, specie nella mattinata di lunedì, le proprie truppe cammellate per votare e votare no, - scrivono dal Comitato Comune Unico - perché il Referendum non è passato nemmeno a Rio nell’Elba e a Capoliveri dove i sindaci hanno sostenuto da sempre la nostra iniziativa . Forse la causa è stata nella paura del nuovo, del cambiamento, della perdita del sindaco della porta accanto che, se anche non ti può più aiutare a risolvere i tuoi problemi, lo ritieni essenziale per il tuo paese, i timori artatamente ingigantiti e falsati per la perdita del posto di lavoro ai dipendenti comunali e degli appalti e delle forniture per le aziende elbane e in ultimo il pericolo rosso della colonizzazione della Regione Toscana?" Si chiede il comitato del Sì. - Tutto questo e forse anche qualcosa di più ma i contrari al Comune Unico hanno dimenticato che in tutti questi anni non siamo stati capaci di fare una discarica comprensoriale, un sistema di trasporti marittimi terrestri e aerei efficienti e a costi competitivi, una portualità propulsiva anche per il turismo nautico, servizi socio sanitari pari almeno a quelli del continente e soprattutto un unico centro di marketing territoriale per competere con l’offerta turistica ormai globalizzata.Forse noi del Comitato non siamo stati adeguati al compito che ci avevano affidato le categorie economiche e produttive dell’Elba, - conclude il Comittato del Sì - Forse appunto la colpa è stata anche nostra, ma noi ci abbiamo messo tutto il nostro impegno per quasi due anni e al termine di questo appassionante lavoro vogliamo ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato col loro volontariato con il loro contributo anche economico e siamo certi che il loro e il nostro impegno darà comunque prima o poi i suoi frutti e ci dispiace soltanto che tutti gli altri, che, in buona fede hanno avuto paura, si dovranno pentire della loro scelta".

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata di allerta arancione su costa e isole e nuovi disagi nei collegamenti marittimi fra Elba e Piombino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Monitor Traghetti

Monitor Traghetti