Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PORTOFERRAIO16°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

Cronaca venerdì 07 giugno 2013 ore 08:05

Giannutri, scoperti due pescatori subacquei in area protetta dalla Forestale



ARCIPELAGO TOSCANO - La Squadra Nautica del Corpo Forestale dello Stato di Monte Argentario, dipendente dal Coordinamento Territoriale dell'Arcipelago Toscano, da tempo effettuava appostamenti mirati contro la pesca di frodo nelle aree marine protette dell'Isola di Giannutri, all'interno del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. Alle prime luci dell’alba del 5 giugno è stato intercettato un piccolo natante che dall’approdo di Porto Ercole aveva preso la rotta per l’Isola di Giannutri. Con il mezzo in dotazione veniva raggiunta immediatamente l’Isola dove, nascosto a Cala dello Scoglio veniva rilevato un natante ancorato, ma senza gli occupanti. La zona in questione è una della “Zone 1” del Parco Nazionale a tutela integrale. Proseguito il pattugliamento alla ricerca degli occupanti veniva rilevata la presenza di un apneista che con la muta mimetica provava a nascondersi tra gli scogli. Con sè aveva un fucile subacqueo con il quale aveva catturato due esemplari di cernia ed un sarago. Accompagnato al gommone per gli atti di rito, veniva accertata la presenza di un altro sub che, sempre con un fucile subacqueo aveva catturato una cernia e un dentice. I sub erano chiaramente privi di tutti gli strumenti di segnalazione in acqua come prevede la normativa sulla pesca sportiva. Ad entrambi i pescatori, risultati non del posto, è stato sequestrato il pescato e tutti mezzi di cattura in possesso, anche quelli sul natante. I due sono stati poi denunciati alla Procura della Repubblica di Grosseto per la violazione dell'art. 30 della Legge 394 del 1991. A carico degli stessi sono state elevate le relative sanzioni amministrative per le violazioni contro la normativa del Parco e quella della pesca sportiva per un importo superiore a 2000 € ciascuno. “Le aree protette che riescono a tutelare meglio la loro biodiversità- dice il presidente del Parco Nazionale Sammuri, nel ringraziare il Corpo Forestale per l'egregio lavoro svolto - sono quelle che controllano di più la loro area di competenza - per questo sto investendo in ogni modo possibile per rafforzare il controllo a mare e a terra anche con l’aiuto di tecnologie all’avanguardia nella videosorveglianza.”

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza questa mattina è intervenuta a Capoliveri con varie pattuglie. Ecco cosa è successo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità