Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO17°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 19 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Politica venerdì 31 maggio 2019 ore 16:00

118 all'Elba, interrogazione di Forza Italia

Maurizio Marchetti

Marchetti:" Inaccettabile disparità nell’organizzazione del servizio di 118. Medici e infermieri entrambi indispensabili e non interscambiabili



FIRENZE — Il capogruppo regionale di Forza Italia, Maurizio Marchetti, ha presentato una interrogazione sul progetto di riorganizzazione dell'emergenza-urgenza all'isola d'Elba durante il periodo estivo.

"No all’ipotesi di rimodulazione degli equipaggi a bordo ambulanza nell’isola d’Elba, con demedicalizzazione di uno dei punti di emergenza territoriale. Come è saltato in mente? E i medici: sono stati sentiti? Come si pensa di assicurare a tutti i presenti sull’isola durante l’estate pari accesso al soccorso tramite 118, data la disparità di equipaggi? La Regione pare non voler capire che medici e infermieri sono entrambe figure indispensabili e non interscambiabili nella filiera del soccorso in emergenza sanitaria. A maggior ragione quando si interviene su aree geograficamente delicate come le isole", queste le dichiarazioni del capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti che oggi le ha tradotte in forma di interrogazione a risposta scritta. 

"Voglio che la Regione metta nero su bianco le proprie giustificazioni per questa operazione", spiega Marchetti.

"All’Elba da anni si susseguono i patti per il mantenimento degli standard sanitari e le promesse ai cittadini – incalza il capogruppo di Forza Italia – ma poi, fuori dalle ribalte elettorali, in realtà il Pd sfoglia l’offerta di salute via via come un carciofo. Noi non ci stiamo. E non è un problema di discriminazioni tra professionisti: medici e infermieri sono entrambe figure indispensabili e non interscambiabili. Ognuno ha le sue competenze per le quali è altamente qualificato, così come sarebbe impensabile un 118 senza i volontari. Qui si va a sfilare da un intero versante dell’Isola una di queste fondamentali competenze specifiche, ovvero quella medica legata in particolare a diagnosi e scelta terapeutica. Si genera una disparità nel soccorso".

"Per parte nostra noi siamo a fianco degli elbani - aggiunge Marchetti - e di quanti in estate affollano l’Isola e che, scongiuri facendo, ampliano la platea dei potenziali pazienti del soccorso. Allo stesso modo siamo a fianco dei medici, degli infermieri e dei volontari, tutti esposti a questa politica dell’improvviso che impedisce il sereno svolgimento del loro lavoro".

I quesiti di Marchetti alla giunta toscana sono chiari. Dopo aver chiesto conferma dell’operazione, domanda quale razionalità ci sia alla base della scelta e se questa sia stata concordata con gli attori del soccorso. 

Infine, il Capogruppo regionale di Forza Italia domanda alla Regione come "pensi di garantire ai cittadini sull’intero territorio elbano, residenti e non, equità di accesso all’emergenza sanitaria tramite 118 vista la disparità di equipaggi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È stato riaperto al pubblico il teatro "napoleonico" dedicato al tenore elbano Renato Cioni. Ecco gli interventi realizzati e la sua storia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Elezioni