Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:PORTOFERRAIO11°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cronaca giovedì 03 aprile 2014 ore 06:30

Enpa e Biowatching per salvare le rondini

Volontari al lavoro

Gli interventi dei volontari sui tetti dell'Isola



ISOLA D'ELBA — Dall'Enpa e Bio Watching riceviamo e pubblichiamo.

"A breve le prime rondini, stanche per il lungo viaggio dall'Africa, compariranno nei cieli elbani. Ma oltre alla rondine comune “Hirundo rustica”, esistono altre specie, differenti per tipologia e comportamento che solcano i cieli della nostra bella isola e decidono di regalarci la loro preziosissima presenza: il balestruccio, la rarissima rondine rossa e il rondone. E' tempo di arrivi ed è necessario essere pronti per l'accoglienza... In molti purtroppo vedono i nidi di questi migratori come un fastidio e si sentono autorizzati ad abbatterli. Il danno procurato è gravissimo, e l'azione condannata dalle norme protezionistiche in vigore.

E' proprio in quest'ottica che i volontari del BAT Biowatching Arcipelago Toscano e di ENPA Is d'Elba hanno risposto alle richieste di alcuni cittadini sensibili su come comportarsi per preservare i nidi esistenti, 'eliminando' però gli inconvenienti. E' il caso dei titolari dell'Hotel Alma di Fetovaia, sensibili protettori dei balestrucci che da anni li accolgono proprio sotto i cornicioni dell'albergo. "Si è provveduto all'installazione di semplicissime mensole poco sotto i nidi in modo da eliminare la caduta del guano ed evitare ai nidiacei il pericolo di finire a terra. E' davvero un lavoro semplicissimo, di pochi minuti, che tutti possono fare anche in autonomia. Decidere di farlo significa salvare le rondini dall'estinzione" sottolineano i volontari e lo stesso Presidente BAT Davide Peria (anch'egli albergatore).

Queste specie sono, tra l'altro, utilissime perché si cibano di insetti come moscerini, afidi, mosche e zanzare rendendo l'ambiente sano e vivibile. Recenti studi hanno stimato che negli ultimi 40 anni la popolazione europea di rondini è diminuita del 40% e dal 1970 a oggi sono scomparse in Europa oltre 6 milioni di coppie. Significa che se non vi sarà una inversione di tendenza tra 30 anni nei cieli non volerà più nulla. "Abbattere i nidi significa ucciderle. Le cause del declino sono diverse: dalle coltivazioni di tipo intensivo che hanno eliminato i terreni di caccia per questi volatili all’impiego massiccio di fitofarmaci chimici e insetticidi, sino alla ristrutturazione degli edifici che priva le rondini di luoghi adatti alla nidificazione. In tal senso BAT ed ENPA Is. d'Elba stanno sollecitando le amministrazioni elbane a mettere mano ai regolamenti edilizi per l'inserimento accorgimenti costruttivi obbligatori, utili al loro ritorno".

Per informazioni Pagina FB BAT e Enpa"

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vittoria del Rallye Elba, prima prova del Campionato Italiano Wrc, è andata all'equipaggio Pedersoli-Tomasi, l'elbano Volpi-Maffoni quinto
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Sport