Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:13 METEO:PORTOFERRAIO24°30°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, Federica Pellegrini: «Senza Matteo avrei smesso qualche anno fa»

Attualità martedì 22 settembre 2015 ore 14:31

Ecco la nuova giunta di Campo

I nuovi assessori

Il sindaco ha ufficializzato la nuova squadra di governo: entrano Mazzei e Di Santolo, Simone De Rosas vice sindaco. Lambardi: "Ora avanti uniti"



CAMPO NELL'ELBA — Campo nell'Elba ha una nuova giunta comunale: lo ha ufficializzato il sindaco Lorenzo Lambardi poche ore fa firmando davanti ai giornalisti i decreti di nomina. Si conclude così la crisi istituzionale cominciata con l'uscita di quattro consiglieri comunali dall'associazione che li aveva sostenuti e continuata con il ritiro delle deleghe al vice sindaco Giancarlo Galli.

Come previsto per la nuova squadra di governo Lambardi ha pescato dentro il gruppo di maggioranza, e in particolare dentro gli scissionisti di Rinascita campese, promuovendo a assessori i due consiglieri Eleonora Scotto Di Santolo e Emanuele Mazzei che vanno a sostituire numericamente il defenestrato Gaincarlo Galli e Roselba Danesi che ha invece rimesso le deleghe spontaneamente.

La prima novità, e uno degli annunci più attesi, riguarda il ruolo di vice sindaco lasciato scoperto da Galli. La carica va a Simone De Rosas, fedelissimo di Lambardi, che mantiene le deleghe precedenti alle infrastrutture (porto e aeroporto), eventi e isola di Pianosa.

Con lui resta Maria Cristina Galli che tiene l'assessorato a istruzione, cultura e pari opportunità mentre i neo assessori: Eleonora Scotto Di Santolo riceve le deleghe a commercio, attività produttive, demanio, viabilità e sviluppo turistico (le stesse competenze che aveva da consigliere comunale delegato) mentre Emanuele Mazzei si occuperà di urbanistica, edilizia, rifiuti e gioventù.

Redistribuite anche le deleghe particolari ai consiglieri comunali (che non avranno potere di firma ma di consulenza nelle rispettive materie): Daniele Vai si occuperà dell'ufficio tecnico - operai, frazioni, e arredo urbano, Roselba Danesi dello sviluppo sentieristica e recupero tradizioni locali, Sauro Rocchi di piano strutturale e piano spiagge mentre Sergio Spinetti di sanità e innovazione tecnologica e rapporti giunta - consiglio.

"Comincia un nuovo percorso nel segno dell'unità - ha spiegato il sindaco Lambardi - da oggi non esisteranno più due gruppi in seno alla maggioranza ma un gruppo unico e unito che governerà nell'interesse esclusivo del paese". 

Per sancire anche esteriormente quell'azzeramento di Rinascita Campese che è già nei fatti avendo perso l'associazione tanto i consiglieri che il vice sindaco che ne erano espressione, il gruppo consiliare sta pensando anche di cambiare nome.

"Ho riunito fino a ieri sera tutto il gruppo di maggioranza - racconta il primo cittadino - per mettere in chiaro che da oggi dobbiamo partire con un nuovo spirito e senza più alcuna distinzione in base alla lista di provenienza. Ho avuto un appoggio unanime per portare avanti il programma elettorale come promesso ai cittadini. Il 31 dicembre faremo un primo bilancio dei risultati raggiunti".

E proprio sul programma elettorale pare essersi consumata la frattura con il vice sindaco Galli perchè, incalzato dalle domande dei giornalisti sulle cause che hanno portato al rimpasto di giunta, Lambardi ha risposto: "Non c'è stato nessun problema personale ma solo politico, questo deve essere chiaro. I quattro consiglieri che hanno lasciato l'associazione hanno fatto un atto di coraggio allontanandosi da posizioni che non condividevano più". Posizioni riguardo al programma elettorale che invece, secondo il sindaco, teneva Galli: "So che alcune posizioni divergenti erano emerse all'interno dell'associazione e ne ho dovuto prendere atto".

Guardando al nuovo organigramma si nota che le prime due caselle sono ora appannaggio di un'anima Pd: Lambardi è tutt'ora iscritto al partito di cui è esponente autorevole e anche De Rosas ne fa parte tanto da aver presentato l'ultima festa dell'Unità a Piombino: "Come è noto io ho rimesso tutte le cariche che avevo all'interno del partito quando sono stato eletto e ora Simone farà altrettanto. Non guardo alla tessera che uno ha in tasca ma le scelte sono fatte sulla base dell'impegno, del merito e delle capacità. Nella giunta ci sono esponenti di diverse sensibilità politiche ma tutti guardiamo prima all'interesse di Campo e dei suoi cittadini".

Quali sono quindi i primi obiettivi di questa nuova squadra di governo: "Dobbiamo cominciare a prepararci per arrivare pronti alla prossima stagione turistica e lo faremo puntando subito su tre elementi: verde pubblico, illuminazione pubblica e viabilità. Voglio essere ricordato come il sindaco che ha fatto la ciclopedonale da La Pila al centro e che ha dato un immagine decorosa del paese".

In chiusura Lambardi rimanda al mittente le critiche di poca trasparenza ricevute dal capogruppo di minoranza Segnini e, in mattinata, dall'ex vice sindaco Galli: "Segnini dovrebbe esaminare la sua passata amministrazione e vedere che in fatto di trasparenza ha poco da dire. In questa situazione più che fare annunci era necessario prendersi del tempo per capire e riflettere e di questo non penso ci sia bisogno di scusarsi".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mentre sono in corso le operazioni di bonifica a Porto Azzurro per l'incendio di oggi, divampano le fiamme verso Rio
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport